Serie A, Veron promuove Tevez e Mancini: “Li vorrei all’Estudiantes….”

Pubblicato il autore: Luigi Ronza Segui

juan_sebastian_veron

E’ stato un grandissimo giocatore di Parma, Lazio e Inter: l’argentino Juan Sebastian Veron conosce molto la realta’ della Serie A. La prossima giornata vedra’ contrapposti il suo passato calcistico, la Lazio, e il suo amico – nonche’ connazionale – Carlitos Tevez, bomber che sta facendo la fortuna della Juventus di Massimiliano Allegri.

Sul risultato della gara Veron – attualmente presidente del club dell’Estudiantes in Argentina – non da’ molte speranze ai suoi ex compagni, come si legge dale sue dichiarazioni raccolte da Tuttosport: “Affrontare Tevez è sempre un bel problema. Incrociarlo proprio dopo il ritorno in Nazionale è il peggio del peggio. Peccato capiti proprio alla mia Lazio, anche se i biancocelesti sono una bella squadra (…) mi sembra che Tevez a Torino stia benissimo (…) Carlos, al di là delle qualità tecniche, è un campione pure a livello mentale. E’ uno che si rialza, sempre. Non c’è nulla che lo abbatte. Un po’ come in campo: sembra piccolino, però spostarlo è durissima“.

Il ritorno di Mancini in Italia non  puo’ non possare inosservato: il “Mancio” e’ stato – nella Lazio e nell’Inter – una delle persone piu’ vicine a Veron. L’argentino sul neo allenatore dell’Inter ha solo parole di elogio: “(…)in panchina metterei Mancini. Roberto da giocatore era fortissimo, ma un po’ insopportabile… (risata). Come allenatore è il top, cura ogni dettaglio, lavora tanto sugli schemi ed è un vincente”

  •   
  •  
  •  
  •