Tanta Lazio nella storia di Mancini, nuovo allenatore dell’Inter

Pubblicato il autore: Alice Smiroldo Segui

roberto mancini

Roberto Mancini è da poche ore il nuovo tecnico dell’Inter, subentrando al contestatissimo Walter Mazzarri, al primo esonero in carriera.Si tratta di un ritorno importante, quello del tecnico di Jesi, che aveva già allenato la squadra milanese con grandissimi risultati dal 2004 al 2009, vincendo tre scudetti di fila.Ma nella storia di Mancini oltre all’Inter c’è tanta Lazio, in cui è stato giocatore ed allenatore di grande talento e prospettive.Arriva a Roma nel 1997, fortemente voluto dal tecnico Eriksson, che lo aveva già allenato alla Sampdoria negli anni precedenti. Nelle tre stagioni alla Lazio, Mancini vince uno scudetto (stagione ’99/200, proprio nel centenario della società), l’ultima edizione della Coppa delle Coppe (1999), una Supercoppa UEFA, vittoria storica contro i campioni in carica del Manchester United, sempre nel ’99, due Coppe Italia (1997/98 e 1999/2000) e una Supercoppa italiana nel ’98.Il ‘Mancio’ è tornato a vestire la maglia della Lazio come giocatore il 12 maggio di quest’anno, in occasione dell’evento “Di padre in figlio” organizzato per festeggiare i 40 anni del primo scudetto (1974), quello di Maestrelli, Chinaglia e Wilson.

Leggi anche:  Probabili formazioni Lazio-Roma: le scelte di Inzaghi e Fonseca

La sua storia da allenatore è altrettanto avvincente: comincia nel 2000 come vice del tecnico laziale Eriksson, per poi passare l’anno successivo alla Fiorentina, con cui vince subito la Coppa Italia.Dopo essersi svincolato dalla Viola, torna ad allenare la Lazio nel luglio 2002, ottenendo buoni risultati in un clima finanziario della società non proprio idilliaco. Il primo anno al timone della squadra si conclude con un quarto posto in campionato, centrando la zona Champions, e due sconfitte nelle semifinali di Coppa Italia e Coppa UEFA.La stagione seguente (2003-004) lo vede vincitore di una Coppa Italia, ma in campionato la Lazio si piazza soltanto sesta.Nel 2004 lascia Roma per approdare a Milano, sponda Inter, dove, appunto, riesce ad ottenere risultati sorprendenti.Ad oggi Mancini rimane sicuramente uno dei tecnici più amati nella storia di entrambe le squadre.

  •   
  •  
  •  
  •