Thiago Silva: “Infastidito per non essere più il capitano del Brasile”

Pubblicato il autore: Valeria Leli Segui

248839-neymar-silva

Sempre molto pacato, mai una parola fuori luogo, per nulla polemico; ma questa volta Thiago Silva non ci sta, ed alza la voce. Il difensore del PSG non è riuscito a nascondere il suo disappunto per il passaggio della fascia di capitano. Modifica voluta dal nuovo allenatore Carlos Dunga, il quale, dopo il fallimentare mondiale casalingo, ha visto in Neymar il nuovo leader della Seleçao. Visibilmente amareggiato l’ex rossonero, che ieri pomeriggio, si è presentato ai giornalisti per un’intervista, prima dell’amichevole Brasile-Austria, in programma dopodomani. “Non fa mai piacere perdere qualcosa che sentivi tua. È doloroso, ma sto cercando di restare tranquillo e parlare poco”. Contrariato soprattutto dall’atteggiamento del fuoriclasse del Barcellona, con il quale non si è ancora confrontato “Non ci siamo parlati, ma non credo che avrei dovuto essere io ad affrontare l’argomento. Lui (Neymar, ndr) non è venuto a parlarmi e la cosa mi ha infastidito”. Il difensore brasialiano non risparmia neanche Dunga; non lo nomina, ma traspare la delusione per la mancata spiegazione da parte del tecnico verdeoro.

Nessuno probabilmente si sarebbe mai aspettato, giocatori compresi, questo cambio di fascia. Thiago Silva ha sempre messo in campo impegno ed umiltà, sia nel suo club che nella nazionale, alla quale è legatissimo. Perdere così, qualcosa di importante, non è mai bello. Le sue parole non potranno essere ignorate dall’ambiente brasiliano. Merita certamente una spiegazione, per il campione e professionista che ha sempre dimostrato di essere, in campo e fuori.

  •   
  •  
  •  
  •