Ti ricordo ancora… Pietro Rava

Pubblicato il autore: Enrico Muntoni Segui

Ricordi calcio Pietro Rava

Ti ricordo ancora… Pietro Rava. Fù l’ultimo superstite dei calciatori che tra il 1934 e il 1938 vincero due mondiali di calcio, impresa mai più riuscita, se non in periodi diversi nell’ millenovecentoottantadue e nel duemila e sei. Erano le nazionali di leggende come Silvio Piola e Peppino Meazza. Era la nazionale allenata da Vittorio Pozzo, uno che il calcio lo masticava da quand’era piccolo. Ma di Rava, che dire? Purtroppo ci lasciò il 5 novembre di otto anni fà a Torino, dove ci fù la strage di Superga del Grande Torino.  La sua carriera iniziava nella Juventus dal 1935 al 1946, collezionando 230 partite e undici reti. Dal 46′ al 47′ la breve parentesi all’Alessandria con trentotto presenze e cinque reti. L’anno successivo tornò alla Juve, collezionando settantatre presenze impreziosite da tre sole reti. Concluse la carriera al Novara, così come la leggenda Piola. In Nazionale giocò per ben trenta volte, senza segnare alcuna rete. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo, pensò bene di intraprendere, come molti dei suoi colleghi, la carriera di allenatore. Iniziò ad allenare il Novara e finì la sua carriera nel millenovecentosessantaquattro allenando la Biellese.

  •   
  •  
  •  
  •