Un arbitro picchiato da un papà. Il figlio, in lacrime, si scusa

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

arbitro papà figlio

Un arbitro picchiato da un papà e suo figlio che si scusa piangendo: per fortuna sono episodi che non si vedono spesso su un campo di calcio, ma quello che è successo ieri in Puglia ha del clamoroso. Era in corso una partita tra ragazzi di 14 e 15 anni, con un arbitro di soli 17 anni. A un certo punto della gara il papà di uno dei ragazzi è entrato in campo dopo aver scavalcato la rete di recinzione e ha schiaffeggiato più volte l’arbitro, che è stato immediatamente trasportato nel vicino ospedale di Tricase, con una prognosi di tre giorni. Il bruttissimo episodio è successo nel corso di una partita del campionato Giovanissimi tra Tricase e Sogliano Cavour. Il primo ha chiedere scusa all’arbitro è stato proprio il figlio dell’aggressore, in lacrime. Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri. Il papà, 50 anni di Corigliano d’Otranto adesso dovrà rispondere di invasione di campo e turbativa di manifestazione sportiva. “Negli ultimi due anni abbiano vinto la coppa disciplina per giovanissimi e ora quanto accaduto rischia di danneggiare la nostra immagine”, ha dichiarato Angelo Tundo, presidente di Sportinsieme Sogliano, squadra in cui gioca il figlio dell’aggressore. “Sono dispiaciuto soprattutto per il ragazzo, l’ho visto che si scusava con tutti per il gesto del padre”, ha concluso Tundo.

  •   
  •  
  •  
  •