Vieri: “Tradito da Moratti. Mi hanno trattato come un mafioso”

Pubblicato il autore: Federico Montalto Segui

 

vieri moratti

Sono ormai passati alcuni anni dal processo che obbligò la Telecom e l’Inter a pagare un risarcimento di 1 milione di euro, ma oggi Christian Vieri è tornato a parlare dei pedinamenti subiti ai tempi della sua militanza in nerazzurro. In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’ex attaccante ha dichiarato: “Amavo l’Inter e ho dato tutto per quella maglia, mi sono ammazzato per onorarla ogni giorno. Agli allenamenti arrivavo sempre per primo e me ne andavo per ultimo, facevo sacrifici nonostante a volte non mi reggessi in piedi. Con Moratti avevo un rapporto splendido, ci sentivamo spesso e ci confrontavamo su tanti argomenti facendomi sentire uno di famiglia. Quando ho saputo dei pedinamenti e delle intercettazioni ci sono rimasto malissimo, sono cose che si fanno con i mafiosi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sassuolo-Inter, la risposta dei nerazzurri: 3-0 al Mapei Stadium