Barcellona sul filo di lana, decide Busquets al 93′

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

In una delle giornate più tristi per la storia della Liga, che sarà ricordata sicuramente più per la morte folle del tifoso del Deportivo che per quanto vista in campo, il duello in vetta tra Real, Atletico e Barcellona comunque prosegue. Se le due squadre della capitale non hanno faticato molto a sbarazzarsi delle rispettive avversarie, ben diversa è stata la storia per i catalani di Luis Enrique, che si sono imposti nel big match di Valencia solo al 94′, grazie al gol decisivo di Sergio Busquets.

La vittoria permette a Luis Enrique di restare a sole due lunghezze di distanze dal collega Ancelotti, con una sfida difficile in meno però sul calendario e la convinzione che i blaugrana hanno la stoffa e la grinta per imporsi anche in vere e proprie battaglie sul campo, dove ai punti non meriterebbero il successo. L’inizio infatti non è stato positivo per i rosso-blu, costretti a subire la verve della squadra di casa, che più volte impegnava Bravo, costretto agli straordinari per mantenere il risultato sullo zero a zero, specie al 10′ sul mancino di Rodrigo, e affidandosi poi alla fortuna quando Gomes ha al 34′ e al 46′ la palla giusta per portare il Valencia in vantaggio, mancando però l’appuntamento con la rete. In mezzo, 13′, l’occasionissima di Suarez gettata alle ortiche dall’attaccante urugaiano, lanciato in solitaria contro il portiere dei bianchi.

Nella ripresa la musica sembra non cambiare ed è sempre il Valencia a farsi più pericoloso, con maggiore costanza, imponendo pressing alto e chiusura degli spazi contro il tiki taka inconsistente di marca blaugrana. Così al 56′ tocca a Piqué salvare la porta ancora una volta su Rodrigo, mentre è strepitoso Bravo su Feghouli e Negredo intorno alla mezzora. Ma in una giornata in cui Messi e Neymar non incidono e in cui Suarez è sfortunato, vedendosi anche annullare un gol per chiamata errata di fuorigioco, è il guizzo di Busquets, all’ultimo minuto disponibile, a regalare, su mischia da calcio d’angolo, la gioia ai tifosi catalani. Gioia che esplode un po’ troppo eccessivamente, con una bottiglietta che colpisce, per fortuna senza conseguenze, Messi durante i festeggiamenti.

  •   
  •  
  •  
  •