Calciomercato, Inter: Guarin può partire

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

 

Guarín   E’ destinato a riproporsi anche in questa sessione di mercato l’eterno dilemma legato alla possibile cessione di Fredy Guarin. Il colombiano, arrivato all’Inter  nel gennaio 2012 in prestito oneroso dal Porto con riscatto fissato a 11,5 milioni, non ha mai convinto del tutto e la deludente prestazione di lunedì al Bentegodi non ha fatto altro che dare ragione ai suoi detrattori. Giocatore dalle indubbie qualità fisiche e atletiche, dotato di un tiro micidiale, ma troppo anarchico dal punto di vista tattico e intermittente: questi i punti principali di discussione sul numero 14 nerazzurro. Tante potenzialità che, per un motivo o per l’altro (e in questo senso i tanti cambi di allenatori che si sono avvicendati in casa Inter durante la sua esperienza non hanno aiutato la sua crescita), non riesce ad esprimere: non si capisce ancora quale possa essere la sua collocazione ideale in campo, se mezzala o trequartista, sicuramente non esterno come schierato anche da Mancini nelle prime esibizioni o “falsa” punta come tentato da Mazzarri a inizio stagione vista la mancanza di punte. Inter che rischia anche di rimanere prigioniera del contratto di Guarin, in primavera rinnovato fino al 2017 dopo il caos in gennaio legato allo scambio saltato con Vucinic dalla Juve, se si pensa che la sua mancata cessione in estate non ha portato all’acquisto di Bonaventura, poi finito al Milan e diventato giocatore imprescindibile per le sorti della squadra di Inzaghi, in un momento economicamente difficile per le casse nerazzurre dove ci vorrebbero milioni freschi da investire sul rafforzamento di una squadra ancora a metà del guado.

Leggi anche:  Tennis: ranking ATP maschile aggiornato al 15 maggio. Berrettini resta al 9º posto. Sinner sale al 17º. Tutta Italia tifa per Sonego

In estate c’erano stati sondaggi dall’estero (Real Madrid e Manchester United su tutti), che però non sono andati oltre la richiesta di un prestito con diritto di riscatto, formula che ovviamente non soddisfa l’Inter che vorrebbe liberarsi di un ingaggio pesante (Guarin percepisce 3,2 milioni l’anno). Il giocatore, valutato sui 15 milioni, é stimato sia da Ancelotti sia da Van Gaal, che sicuramente riuscirebbero a farlo rendere al meglio in una squadra già altamente competitiva: se le pretese dei dirigenti nerazzurri non caleranno, visto il rendimento ondivago del colombiano, il destino potrebbe ancora una volta mettersi di traverso. Un prestito con riscatto obbligatorio potrebbe accontentare tutte le parti in causa…

 

 

  •   
  •  
  •  
  •