Candreva out, Anderson può prendersi la Lazio

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

Felipe Anderson lazio Candreva

Anderson, la Lazio è tua
O adesso o mai più. Per Felipe Anderson non ci sono più scuse. Con Candreva out per infortunio almeno fino all’ultima gara di dicembre Felipe Anderson ha un’occasione unica per prendersi la Lazio. Il giovane centrocampista brasiliano, eterno “oggetto misterioso”, ha la possibilità di dimostrare a Pioli e al mondo biancoceleste quale sia il suo valore. Già nella sfida di Coppa Italia Lazio Varese, ha messo in mostra le sue qualità realizzando anche il gol del 3-0. Ma da domenica, appuntamento a Parma alle ore 15.00, la corsia di destra dell’attacco biancoceleste deve essere conquistata dal brasiliano. Anderson ha avuto un impatto davvero difficile con il calcio italiano, quando nel ritiro estivo di Auronzo di Cadore 2013, è stato catapultato in un mondo totalmente diverso da quello che conosceva. L’infortunio alla caviglia, la ‘saudade’, il peso del costo del suo cartellino, le grandi aspettative nei suoi confronti lo hanno messo in grande difficoltà e lui non era pronto per affrontare il calcio italiano. Le sue doti tecniche non sono mai state messe in dubbio, il suo carattere si. L’esterno solo poche volte è riuscito a mettere in campo tutta la ‘cattiveria’ necessaria per fare bene in un campionato difficile come quello italiano. Quest’anno in particolare, si è visto un Felipe Anderson diverso sin dal primo giorno del ritiro estivo. Un Anderson deciso, cattivo, che lottava su ogni pallone, con la grinta scaricata in continue rincorse ai propri avversari, meno dribbling, più passaggi per i compagni, meno tocchi eleganti e più tackle. E così sembrava avesse riconquistato tutti: tifosi, compagni e Stefano Pioli. Si è rivisto solo a tratti quel giocatore in questi primi 100 giorni di campionato, l’allenatore biancoceleste lo ha fatto scendere in campo in quasi tutte le partite ma soltanto nella sconfitta contro il Genoa è partito titolare e non ha lasciato il segno. Ma in molte delle partite nelle quali è subentrato si è mosso bene, ha lottato con il coltello tra i denti e ora è giunta l’ora di fare il passo decisivo: prendersi la Lazio. L’assenza di Candreva nelle prossime gare apre le porte al suo futuro: ora tocca a Felipe Anderson conquistare tutti.

Leggi anche:  Juventus, Ronaldo a riposo: non convocato per Benevento

Le parole di Anderson dopo Lazio Varese
Felipe Anderson, dopo la partita di Coppa Italia Lazio Varese 3-0, si è detto pronto a fare bene e non far sentire l’assenza di Antonio Candreva: “Non ho parlato con lui e quindi non so cosa gli è successo. Io sono sempre pronto. Quest’anno sono più tranquillo e sono pronto a giocare e sono a disposizione del mister”. Il brasiliano racconta il gol ritrovato dopo un anno di astinenza: “C’è ancora tanto su cui devo migliorare ma sicuramente il gol mi mancava e ho cercato in tutti i modi di farlo. Ora è arrivato! Sono contento di aver aiutato la squadra con il terzo gol che dà tranquillità alla partita, sono anche contento per me perché questa stagione sto lavorando tanto e ci ho provato tante volte a segnare. Ho lavorato tanto perché non arrivava. Non ho mai mollato grazie anche ai compagni che mi davano forza. Sono contento prima per la squadra e poi per me”. Ora l’obiettivo è farsi trovare pronto, sin da subito per la sfida domenicale contro il Parma: “Vincere fa per stare bene. Quando si gioca bene e la squadra vince c’è una fiducia in più. Questa squadra è vincente, dobbiamo continuare così. Abbiamo qualità e giocatori forti, dobbiamo tornare a vincere e da domani iniziamo a pensare alla prossima partita”.

  •   
  •  
  •  
  •