Chievo-Inter, Mancini brinda ai primi tre punti: “Bella vittoria, ma se avessi due ali…”

Pubblicato il autore: Gerardo Fiorillo Segui

roberto mancini

Al quarto tentativo ce l’ha fatta. Roberto Mancini festeggia la prima vittoria in campionato, senza prendere gol. L‘Inter si impone 2-0 sul campo del Chievo grazie a Kovacic e Ranocchia e torna a casa con tre punti preziosi. Il terzo posto ora dista 6 punti. Mancini è soddisfatto: “Vittoria importante, ci avviciniamo alla zona che conta e la squadra prende confidenza. Il Chievo è una squadra che gioca bene, ma noi abbiamo vinto senza subire gol, quindi posso ritenermi soddisfatto”. Argomento modulo di gioco: “Il sistema 4-3-1-2 è il sistema di gioco migliore. Certo, una squadra con due ali è più pericolosa e messa meglio sul campo, ma per il momento va bene così non avendo giocatori di ruolo sugli esterni. I ragazzi stanno mettendo in pratica quello che proviamo in allenamento e tentiamo sempre di giocare alti”. Domenica prossima importante appuntamento a San Siro con la Lazio. “Contro la squadra di Pioli non so se sarà una prova di maturità, ma conseguire due vittorie consecutive non sarebbe male per il morale”. Un accenno a Icardi, più volte richiamato durante la partita. “Icardi l’ho richiamato per farlo partecipare di più al gioco in certe situazioni di non possesso. Lui è giovane, può farlo meglio”. Su Kovacic e Guarin, perni del centrocampo: “Guarin è più centrocampista, ha più esperienza e fisico come centrocampista interno. Kovacic potrà diventare interno, ma è ancora giovane, deve imparare a contrastare meglio. Deve attaccare gli spazi laterali, dietro i difensori. Per ora va bene così”-

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Moggi sulla morte di Maradona: "Chi lo insultava ora lo osanna. Mi fanno pena! Ecco alcuni retroscena su di lui"