Clamoroso: un gruppo svizzero-australiano vuole comprare il Milan

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui

Dal Libano arriva una notizia clamorosa: una cordata svizzero-australiana sarebbe interessata a comprare una quota azionaria del Milan. La notizia è stata pubblicata in esclusiva sul noto giornale panarabo “Al Hayat” ed è stata ripresa da “Tuttosport“. I protagonisti di questa vicenda sono due imprenditori: uno è lo svizzero Fahd Merebi, direttore esecutivo del fondo di investimento Zurich Capital; l’altro invece è l’australiano Shuham Morgan, direttore del fondo di investimenti Easycap. I due avrebbero già contattato il Milan e presentato una prima offerta. Intervistato da “Al Hayat”, Merebi ha confermato l’interesse della cordata a comprare il club rossonero. Secondo il giornale l’offerta iniziale è stata di acquistare il 30% delle azioni della società. Ma le parti hanno discusso anche la possibilità di acquistare una quota maggiore fino ad arrivare alla proposta di acquistare il pacchetto di maggioranza. La Fininvest, società che rappresenta l’attuale proprietario del Milan Silvio Berlusconi, avrebbe però espresso delle riserve in merito a questa ipotesi chiedendo come garanzia che la cordata faccia un grosso investimento monetario per poter migliorare la qualità tecnica della squadra in modo da attrarre campioni e conseguire con continuità risultati positivi. Il valore dell’accordo sarebbe di circa mezzo miliardo di dollari. Se questa ipotesi dovesse realizzarsi sicuramente gran parte dei tifosi rossoneri, che in questi anni hanno espresso tanti malumori rispetto alla gestione della società da parte del presidente Berlusconi e di tutta l’attuale dirigenza, sarebbero contenti e potrebbero sperare nel ritorno di un grande Milan, campione in Italia, in Europa e nel mondo.
Infatti non solo i tifosi milanisti, ma tutti coloro che seguono il calcio, hanno potuto notare come negli ultimi anni ci sia stata nel Milan una grande mancanza di investimenti da parte della società, che ha avuto come conseguenza un calo di rendimento da parte della squadra e la mancanza di risultati. Forse il presidente Berlusconi in questi anni ha pensato più alla sua situazione personale, ai suoi guai con la giustizia e alla sua carriera politica piuttosto che al Milan. Forse è meglio che la società la prenda in mano chi veramente ha a cuore il Milan e vuole investirci tempo e denaro per acquistare giocatori, migliorare la qualità della squadra e tornare a vincere. L’interesse della cordata svizzero-australiana in questo senso fa ben sperare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: