Continua l’avventura in Champions della Juve

Pubblicato il autore: Enrico Muntoni Segui

Juventus Atletico champions

Con un noioso zero a zero si conclude il match tra Juventus e Atletico Madrid. Questo risultato rispecchia pienamente gli obiettivi di ambo le parti: qualificarsi senza farsi male, e così è stato. Con la qualificazione in tasca, l’ex all’allenatore del Milan dovrà ora attendere il sorteggio su chi dovrà affrontare ai sedicesimi di finale. Quand’era al Milan, Allegri ha dovuto confonrtarsi per ben due volte contro il Barcellona. La speranza è di non doverli rincontrare, così come il Real Madrid.

La partita

L’occasione più ghiotta di tutto il match è capitata a Koke al 6′, fermato da un miracolo di Buffon con la mano di richiamo. Uno “sliding doors” che ha incanalato il match sui binari previsti alla vigilia, ma non senza cercare quella vittoria con due gol di scarto contro i vicecampioni d’Europa dal forte sapore di impresa. Un coraggio durato un tempo grazie anche alla voglia di lottare dell’Atletico, fornendo un primo tempo a ritmo discretamente alto ma senza mai accennare al fuorigiri del motore. Né da un parte né dall’altra, sia chiaro, ma qualche occasione ogni tanto è piovuta sullo Stadium. Llorente è il più pericoloso per la Juventus, Tevez gira al largo dell’area di rigore, mentre dall’altra parte i calci piazzati intimoriscono la retroguardia bianconera con Suarez vicino allo scherzetto nel finale di tempo.

Nel secondo tempo invece non c’è partita, ma nel senso che le due squadre in pratica simulano uno scontro diretto sul campo ma guardandosi bene dall’affondare il colpo nel caso degli spagnoli o di svegliare il can che dorme nel caso dei bianconeri. Il palo colpito da Gabi al 49′ direttamente da corner è una casualità che mette fine di fatto alla partita dei Colchoneros, la Juventus alza il baricentro ma limitandosi al palleggio sulla trequarti con un paio di conclusioni dalla distanza di Vidal e Pogba che solleticano la serata di Moya. Nel finale arrivano brutte notizie da Atene, meglio non rischiare e l’ultimo quarto d’ora è un remake all’italiana meno indigesto del doloroso Danimarca-Svezia del 2004. Pazienza per i fischi e lo spettacolo, contava qualificarsi agli ottavi e su questo alla Juventus e ad Allegri non si può contestare nulla.

Tabellino

JUVENTUS-ATLETICO MADRID 0-0
Juventus (4-3-1-2):
Buffon 7; Lichtsteiner 6,5, Bonucci 6, Chiellini 6, Evra 6; Vidal 6,5, Pirlo 6, Pogba 6; Pereyra 6; Llorente 6,5, Tevez 6. A disp.: Storari, Ogbonna, Padoin, Mattiello, Pepe, Morata, Giovinco. All.: Allegri 6,5
Atl. Madrid (4-4-2): Moya 6,5; Juanfran 6, Gimenez 6,5, Godin 6, Siqueira 6; Arda Turan 6, Gabi 6,5, Suarez 6, Koke 6; Mandzukic 6, Raul Garcia 6. A disp.: Oblak, Jesus Gamez, Tiago, Saul, Griezmann, Rodriguez, Cerci. All.: Simeone 6.
Arbitro: Collum (Scozia)
Marcatori: –
Ammoniti: Vidal (J); Suarez, Siqueira (A)
Espulsi: nessuno

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: