Guai in casa Milan: a bilancio mancano 70 milioni

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

Non sarà un Natale felice per i tifosi milanisti. Nonostante l’AD Barbara Berlusconi sia riuscita a rinnovare la partnership con Fly Emirates, che dovrebbe anche partecipare alla costruzione del nuovo stadio in zona Portello, difficilmente i rossoneri riusciranno a spendere cifre astronomiche nel calciomercato di gennaio. Secondo quanto riferisce Tuttosport, alla fine dell’anno fiscale 2014 la società di via Aldo Rossi chiuderà il bilancio in rosso di 70 milioni di euro.

Milan: stipendi alti e niente Champions pesano

Le cause di questa debacle finanziaria sono molteplici. In primis, la mancata qualificazione alla Champions League è costata al Milan ben 40 milioni di euro. Non è quindi un caso che il presidente Silvio Berlusconi stia facendo pressioni sull’allenatore Filippo Inzaghi per raggiungere il tanto agognato terzo posto. Oltre ai mancati introiti della Champions bisogna anche considerare il monte ingaggi. Il Milan è fra le prime società che spendono di più per pagare i propri giocatori e a giugno dovrà rivedere le cifre di diversi contratti in scadenza come quelli di De Jong (3,5 milioni), Pazzini (2,5 milioni) e Mexes (4 milioni). Infine, bisogna considerare i pochissimi ricavi derivanti dallo stadio. Quest’anno il Milan ha sottoscritto meno di 20mila abbonamenti, record negativo dell’era Berlusconi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: