Il City e la vittoria che cambia la storia

Pubblicato il autore: Daniele Scalese Segui

PAY-Roma-v-Manchester-City

 

Un volto, quello di Samir Nasri. Un secondo, questa volta di Pablo Zabaleta. Due fisionomie, due stili di calcio differenti, due momenti che possono cambiare completamente la stagione del Manchester City.

Nel corso di questi ultimi anni, i Citizens hanno vinto e perso tanto e, soprattutto, hanno investito moltissimo sulla ricerca di quei profili in grado di garantire l’agognato salto di qualità in Europa dopo i trionfi ottenuti sui campi di Premier League. Salto di qualità che, fino ad ora, non è mai arrivato, colpa di un paio di sorteggi proibitivi, colpa soprattutto di un blocco mentale che ha frenato gli Sky Blues nei passaggi più delicati delle precedenti edizioni di Coppa dei Campioni. Ecco perché, forse, la notte dell’Olimpico può cambiare la storia di un Manchester City disperatamente bisognoso di una scossa di queste proporzioni.

Leggi anche:  LaLiga, dove vedere Valencia-Atletico Madrid: streaming e diretta tv

Si sa, nel calcio, vincere aiuta a vincere, e il trionfo nella battaglia di Roma può realmente riuscire a sbloccare gli uomini di Pellegrini, sopravvissuti al gruppo più complicato della fase a gironi dopo essere stati tenuti miracolosamente in vita da Aguero nella sfida alla corazzata Bayern ed ora rafforzati da un’impresa arrivata proprio senza l’apporto di un Kun messo fuori gioco dall’infortunio: per una volta, il City, non ha vinto grazie alle giocate risolutive dei singoli, ma come squadra, dimostrandosi finalmente unita nel saper soffrire e vincere come gruppo. Sempre dentro al match e in grado di difendersi a denti stretti durante le folate offensive di Totti e compagni, il City ha colpito nel momento chiave della partita, assumendone gradualmente il controllo con personalità fino a chiuderlo definitivamente con il guerriero Zabaleta. E proprio l’ex San Lorenzo diventa il simbolo di un nuovo Manchester City, più battagliero, più convinto dei propri mezzi e più deciso, finalmente pronto a diventare protagonista anche al di là dei confini inglesi.

Leggi anche:  SerieB, Lecce mette ko il Chievo e conquista la vetta della classifica

In Europa, si vince con i campioni, ma soprattutto grazie al collettivo: a Manchester, forse, qualcuno lo ha capito.

 

  •   
  •  
  •  
  •