Il Milan batte il Real Madrid 4 -2, El Shaarawy in grande spolvero

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

Al 7evens Stadium di Dubai, in occasione del Dubai Football Challenge, si affrontano in amichevole Milan e Real Madrid, due delle squadre più blasonate in Europa. In campo scendono ben 18 trofei internazionali e 17 Champions League, 10 per le merengues e 7 per i rossoneri. Gli spagnoli hanno battuto ogni record nel 2014 e non sono mai usciti sconfitti da ben 22 partite consecutive. Tali successi hanno spinto il presidente Florentino Perez ha dichiarare che l’allenatore Carlo Ancelotti diverrà l’Alex Ferguson del Real Madrid. Per il Milan, come ha sottolineato il capitano Riccardo Montolivo, si tratta invece di un test importante per scoprire la vera forza della squadra.

Il Milan doma il Real Madrid ma Ronaldo non si smentisce

Come da tradizione per il nuovo Milan di Filippo Inzaghi, i rossoneri cercano di chiudere tutti gli spazi e provano a ripartire in contropiede soprattutto con Menez ed El Shaarawy. Il Real Madrid invece, che non può schierare l’infortunato Luca Modric, mantiene il pallino del gioco a centrocampo e punta sulle enormi qualità tecniche di Cristiano Ronaldo, in corsa per il Pallone d’Oro con Manuel Neur e Liones Messi. Nei primi minuti il Milan si fa vedere davanti con El Sharaawy, che invece di tirare sbaglia un passaggio complicato verso Menez. La prima vera occasione della partita arriva però al 17esimo per il Real Madrid. Hernandez servito in area non riesce a raggiungere il pallone per pochi centimetri ma ottiene comunque un calcio d’angolo. Dopo pochi secondi i blancos sono ancora pericolosi con Isco, il cui tiro viene bloccato con una certa difficoltà da Diego Lopez. Nonostante il Real spinga forte è il Milan a trovare il gol del vantaggio. Al 24esimo Nacho Fernandez, pressato da Bonaventura, sbaglia clamorosamente un retropassaggio verso il portiere Keylor Navas. Il pallone finisce sui piedi di Menez che con una finta mette a sedere il numero 13 delle merengues e insacca a porta spalancata il gol dell’1 a 0 per il Milan. I rossoneri sono di nuovo pericolosi al 27esimo con Montolivo, il cui tiro dai 25 metri finisce di poco fuori. Al 28esimo Khedira anticipa Zapata e Diego Lopez in uscita bassa ma il suo tiro viene bloccato da De Jong appostato sul primo palo. Il Milan trova il doppio vantaggio al 31esimo con El Shaarawy, che dopo essersi accentrato batte Keylor Navas con un destro secco sul primo palo. Al 35esimo il solito Ronaldo, servito da Jesé Rodriguez, si infila fra i due centrali rossoneri e segna senza difficoltà il gol dell’1 a 2. Al 45esimo Bonaventura può trovare il gol dell’1 a 3. Menez serve l’ex atalantino con un passaggio al limite dell’area ma il suo tiro esce di poco a lato.

Il Milan segna altri 2 gol e umilia i campioni del mondo

Le due squadre si presentano nel secondo tempo con diverse facce nuove. Il Milan è pericoloso dopo appena tre minuti con El Shaarawy. Il faraone supera Pepe con una discreta giocata e tenta il tiro sul primo palo che viene però respinto da Casillas. Dopo appena un minuto il numero 92 segna i gol dell’1 a 3 servito in mezzo all’area dal neo-entrato Poli. Bonaventura al 6’ si vede respingere dal portiere spagnolo una bella conclusione al volo. All’ottavo minuto Jesé si inserisce bene al limite dell’area ma colpisce il palo. Il pallone finisce sui piedi di Benzema che però lo spara alto sulla traversa. Al 7’ Alex ferma l’attaccante francese ben servito da James Rodriguez in mezzo all’area. Al 15esimo il Real Madrid è ancora pericoloso con Bale che si fa respingere il suo potente destro dal portiere Agazzi entrato da pochissimi minuti. Al 23esimo l’allenatore Inzaghi preferisce concedere la passerella ad El Shaarawy dolorante per i crampi e inserisce Saponara. Nonostante sia un amichevole il Real Madrid è piuttosto nervoso e ben tre giocatori vengono ammoniti (Kroos, Carvajal e Pepe). Al 29esimo Pazzini segna il gol del 1 a 4 deviando di testa il cross preciso di Niang. Al 38esimo l’ex Monpellier abbatte in area Nacho Fernandez e l’arbitro assegna il calcio di rigore per il Real Madrid. Sul dischetto va Benzema che insacca il gol del 2 a 4. La partita si chiude dopo 2 minuti di recupero con una clamorosa e netta vittoria per i rossoneri, che ottengono la loro quarta Dubai Challenge Cup.

Real Madrid – Milan: 2- 4

Reti: Menez (24’), El Shaarawy (31’, 4’ st), Ronaldo (35’), Pazzini (29′ st), Benzema (39′ st)

Real Madrid (4-3-3): Keylor Navas (Casillas 1’st), Coentrão (Kroos 1’ st), Varane (Pepe 1’ st), Nacho, Arbeloa (D. Llorente 1’ st), Khedira (Bale 1’ st), Illaramendi (Benzema 1’st), Jesé (Raùl de Tomas 21’ st), Isco (M. Llorente 21’ st), Ronaldo (James Rodriguez 1’ st), Chicharito Hernandez (Carvajal 1’st)

A disposizione: Casillas, Pacheco, Pepe, Kroos, Benzema, James Rodriguez, Bale, Carvajal, Raùl de Tomas, D. Llorente, M. Llorente

Allenatore: Carlo Ancelotti

Milan (4-3-3): Diego Lopez (Agazzi 9’ st), Bonera (Armero 1’ st), Mexes, Zapata (Alex 1’ st), Albertazzi (Essien 1’st), Montolivo (Poli 1’ st), De Jong (Zaccardo 1’ st), Muntari (Mastour 32’ st), Bonaventura (Niang 9’ st), Menez (Pazzini 1’ st), El Shaarawy (Saponara 23’ st)

A disposizione: Agazzi, Saponara, Pazzini, Rami, Essien, Poli, Niang, Armero, Abbiati, Alex, Zaccardo, Mastour

Allenatore: Filippo Inzaghi

Ammoniti: Kroos (24’st), Carvajal (27’ st), Pepe (27’ st)

Arbitro: Moammed Abdullah Assan

  •   
  •  
  •  
  •