Inter- Lazio, le parole di Mancini: “Lotteremo per il terzo posto”

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

Mancini Balotelli Inter

Conferenza stampa di Inter- Lazio, partita cruciale per entrambe le squadre. Il tecnico nerazzurro Roberto Mancini, dopo la vittoria dei suoi contro il Chievo, si aspetta conferme in ottica terzo posto ma non sarà facile contro i biancocelesti allenati da Stefano Pioli: ““Il campionato è ancora molto lungo. L’Inter è partita per arrivare in Champions. Io penso che noi avremo la possibilità di giocarci il terzo posto. Di questo sono sicuro ma in questo momento non è importante guardare la classifica. Ora è importante migliorare e fare punti, poi tra 2-3 mesi vedere dove siamo e io penso che ci saremo”. Sul match di Verona commenta: “Sono stato felice di come l’Inter ha fatto la partita, nel complesso la squadra ha cercato di fare la partita e di essere alta. Mi piace questo atteggiamento ma dobbiamo migliorare moltissimo ancora”. In cosa deve ancora fare il salto di qualità la sua squadra?: “Deve migliorare, magari anche rischiando qualcosa”Poi sulla Lazio dice: “E’ un’ottima squadra, sta giocando bene. Sarà una gara molto difficile, giocano bene, sono veloci, ma l’Inter dovrà fare la sua partita e cercare di essere una squadra. Dobbiamo essere cinici”. Alla domanda se era soddisfatto del suo primo mese e mezzo alla guida dei nerazzurri, il Mancio risponde: “No perché abbiamo perso due volte. Sono soddisfatto del clima con la squadra, ma dei punti no. Ma se loro continueranno a migliorare potremo riprendere i punti persi in futuro”.

Decisivo sarà anche capire le possibilità d’impiego dell’ex Hernanes, che ancora non é al meglio dopo il risentimento muscolare patito ormai un mese fa: “Sta meglio, ha fatto tutta la settimana in gruppo, non è in grado di giocare 90 minuti ma viene in panchina e potrebbe entrare a gara in corso”.  Va da sé che la crescita dell’Inter passa anche tra i piedi di Kovacic, ormai stabilmente impiegato come trequartista: “”In quel ruolo deve essere un giocatore in grado di cambiare la partita. Credo che possa dare molto di più, è giovane e credo che abbia ampi margini di miglioramento”. Sarà possibile vederli insieme? “Nel momento in cui imparano a essere utili in fase difensiva si può giocare con molti giocatori offensivi. Tutto dipende dalla loro testa, se è pronta o meno. E io penso di sì”. Palacio ancora a secco in stagione ma il tecnico di Jesi non é preoccupato: “Se noi avessimo avuto più attaccanti, avremmo dato a lui la possibilità di recuperare con calma. Adesso va bene così, abbiamo ancora una partita e poi avrà la possibilità di riposare”. Qualche malumore in casa Inter per via dello scarso impiego di Vidic; l’allenatore liquida così la questione: “In questo momento giocheranno gli stessi. La difesa sta migliorando e la difesa è una di quelle poche cose che se si riesce a non toccare è la cosa migliore. poi ci saranno opportunità quando starà meglio fisicamente. Poi se meriterà di giocare, giocherà sicuramente”. Infine, una battuta sulla possibilità di intervenire con la riapertura del mercato a gennaio: “Manchiamo nei due esterni d’attacco. Deve essere un giocatore molto forte, velocissimo, tecnicamente straordinario, che faccia anche dei gol. Stiamo cercando quello,altrimenti è meglio non prednere nessuno. I due che cerchiamo davanti devono essere dei giocatori che fanno la differenza, non è una cosa facile ma a volte si può anche essere fortunati. E’ possibile prendere qualche giocatore in prestito per sei mesi”. 

  •   
  •  
  •  
  •