Italia, Conte: “E’ un periodo critico. Abbiamo toccato il fondo”

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

antonio conte italia

Antonio Conte, il ct della nazionale, ha rilasciato una intervista a Rai Sport in cui traccia un bilancio, sicuramente ancora parziale, della sua esperienza azzurra e sul movimento calcistico italiano in generale: “E’ un periodo molto, molto critico. Abbiamo toccato il fondo, ma io dico che non è finita”.

Non è mancata una stoccata sul possibile stage azzurro che potrebbe tenersi dal 9 all’11 febbraio 2015, secondo Conte: “Buoni propositi? Spesso si parla a vanvera, io voglio i fatti. C’è la voglia di costruire qualcosa d’importante, la Nazionale è di tutti. Se poi i buoni propositi rimangono solo a parole servono a poco io sono uno a cui piacciono i fatti che sia Natale o Capodanno o Pasqua. Meglio agire piuttosto che parlare e spesso si parla a vanvera, si promette, ma alla fine sono in pochi a fare i fatti”.

Leggi anche:  Totti: " Maradona? Sarà sempre con noi"

Naturalmente, l’agognato stage non potrà arrivare a compimento se non con la collaborazione degli allenatori: “ci deve essere perché sono importanti i club, ma è importante la Nazionale. La Nazionale è di tutti, non bisogna mai dimenticarlo. Perseguo obiettivi che riguardano tutti, perché sono abituato a pensare con il noi e non con l’io. I successi si costruiscono insieme, da squadra”.

Il ct azzurro, che ha vestito la maglia della Nazionale ben 20 volte in carriera (siglando anche due reti) non sembra quindi volersi arrendere al potere dei club e spera di poter cambiare le cose un po’ per volta dimenticando forse, in qualche occasione, la sua storia di allenatore di club (Arezzo, Bari, Atalanta, Siena, Juventus).

  •   
  •  
  •  
  •