Klose, nuovo clamoroso sfogo: “Lasciato come un vecchio tavolo buttato in cantina”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Non c’è pace nel rapporto fra la Lazio e Miroslav Klose. La polemica fra il bomber tedesco e Pioli si arricchisce oggi di un nuovo, allarmante capitolo.  Iltedesco ha affidato alle pagine del  Die Welt il suo ennesimo sfogo, dopo quello alla Bild di qualche settimana fa. Stavolta il tedesco ha tuonato:” Ho rinnovato con la Lazio perché pensavo di giocare. Però per essere in forma ho bisogno di giocare almeno due, tre partite di fila. Ma questo ora evidentemente non è possibile. Voglio aiutare la squadra ma così è difficile. Vengo utilizzato al massimo un tempo, così non va bene, non serve a niente, né a me né alla squadra. Finora sono stato tranquillo ma mi sentirei male se dovessi ancora a lungo rinunciare a giocare. Escludo una mia partenza a gennaio. Ma ho parlato con Pioli. E lui sa cosa io voglio. Ma non posso andare avanti così. Mi sento come un tavolo buttato giù in cantina. Non sono soddisfatto”.  Parole chiare, stavolta senza timore di smentita. Il giocatore è deluso. Pioli, dal canto suo, rivendica le sue scelte. Anche a costo di scontentare qualcuno. Sarà braccio di ferro fino a fine stagione? questo è molto probabile. Ma intanto, chi ci va di mezzo, è la Lazio. Per i biancazzurri un caso da risolvere prima che sia troppo tardi. image

  •   
  •  
  •  
  •