La storia recente di Fiorentina-Juventus, tra Alex Del Piero e Giuseppe Rossi

Pubblicato il autore: Lorenzo Bettoni Segui

storia recente juventus fiorentina

Mancano poche ore e ci siamo. Fiorentina e Juventus si incrociano in Serie A per la 151a volta. I bianconeri si sono imposti 69 volte, 32 le vittorie viola e 49 sono stati i pareggi.
Ma, oltre i numeri, che spesso si possono pure dimenticare, la storia recente di questa partita ha due volti ben impressi ed i volti, invece, non se li dimentica nessuno. Sono quelli di Alessandro Del Piero e Giuseppe Rossi, che sono entrati nella storia di questa partita, essendo gli autori di due rimonte che non verranno mai dimenticate da nessun tifoso, ne viola ne bianconero.

Ieri sono passati venti anni dal gol numero nove di Del Piero con la maglia bianconera. Non un gol qualsiasi, ma un gol che appunto resterà nella storia, di Fiorentina-Juventus e non solo.
Dopo che al Delle Alpi, Vialli ha rimontato i due gol del vantaggio Viola di Baiano e Carbone, al minuto ’87 Orlando da dietro il centrocampo alza la testa e prova il passaggio dell’Ave Maria in area di rigore. Del Piero, che allora ha solo 20 anni, si infila in mezzo a due difensori viola e segna al volo d’esterno il definitivo gol del vantaggio Bianconero, facendo impazzire pubblico del Delle Alpi, Vialli &  co.
Ieri la stessa società bianconera ha ricordato sui social il gol di Del Piero, giusto per far capire il peso sia di classifica che emotivo che quella rete ancora si trascina con se.

Leggi anche:  Champions League, Juventus-Ferencvaros 2-1: Morata risolve tutto al 90+2

I tifosi viola, dal canto loro, hanno ancora negli occhi la rimonta di poco più di 12 mesi fa, sigillata dalla tripletta di Gisueppe Rossi. “Ho visto gente piangere di gioia” ha ricordato lo stesso attaccante in un’intervista rilasciata in settimana a Sky Sport.
Il copione del match del Franchi dello scorso anno, è lo stesso di quello di venti anni prima al Delle Alpi.
Juve avanti 2-0 a fine primo tempo con Tevez e Pogba che entrambi esultano mimando la mitraglia di Batistuta sotto la Fiesole (a proposito di storia, Fiorentina-Juventus 1-0 stagione ’98/’99).
Chi crede nel Karma, quel giorno, ha avuto una prova inconfutabile a suo favore. Anzi quattro prove. Nel secondo tempo entra in campo un’altra Viola. Prima segna Rossi su rigore, poi da fuori area e poi in contropiede. Ancora in contropiede Joaquin mette la ciliegina sulla torta. Era il 20 ottobre dello scorso anno, a Firenze in tanti se lo sono pure tatuato.

Leggi anche:  Verona, infermeria in affollamento: anche Kalinic va ko

Del Piero e Rossi sono gli uomini più rappresentativi della storia di questa partita negli ultimi venti anni. Certo, non sono gli unici, ma di certo sono quelli che hanno lasciato le firme più indelebili. Chissà se tra poche ore  al Franchi il libro di Fiorentina-Juventus verrà arricchito con una nuova firma.

  •   
  •  
  •  
  •