Marcello Lippi: “Tornare in Italia si, ma non per allenare un club. Obiettivo? magari una nazionale per EURO 2016”

Pubblicato il autore: Samuela Rubino Segui

MarcelloLippiGuangzhouEvergrande1-ClubWorldCup-Getty

Finita la carriera da allenatore di club in Cina, Marcello Lippi sta concludendo gli ultimi mesi di questa sua vincente esperienza da direttore tecnico del Guanzhou, lasciando la panchina al suo ex allievo Fabio Cannavaro. L’ex tecnico della Juventus e della Nazionale campione del Mondo 2006, ha deciso di dire stop con il lavoro quotidiano sul campo alla guida di squadre ma si dice disposto a prendere in considerazione le eventuali opportunità che ci saranno per continuare a fare il commissario tecnico, ma niente club, solo nazionali. Così Lippi, a proposito di questo dichiara in un’intervista: “Ho preso una decisione e quando la prendo la mantengo: non farò più l’allenatore di club. Quando finirò la mia esperienza in Cina da direttore tecnico, tornerò in Italia e se ci sarà una nazionale che mi piace, con un programma serio che mi permetta di fare qualcosa che non ho mai fatto, cioè partecipare agli Europei, allora accetterò”; continua poi, a proposito della attuale nazionale italiana: “fondamentale per il futuro della Nazionale sarà la qualità del gruppo che il ct riesce a creare, i giocatori devono sentire di far parte di un progetto importante e mettere le proprie qualità al servizio della squadra”. Per concludere sulla Supercoppa italiana vede favorito il Napoli per via della partita secca, ma la Juventus è forte dice, quindi 50-50.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter senti Zazzaroni: "Se chiedi 250 mln con un interesse di 12% vuol dire che non hai un euro"