Nazionale, Lippi sconfessa Conte: “Più degli stage serve collaborare con i club”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

marcello lippiNon si ferma la polemica riguardo alla proposta del commissario tecnico della Nazionale, Antonio Conte, di istituire degli stage per meglio valutare le condizioni dei convocati. Oggi su questa questa questione è intervenuto il ct campione del mondo Marcello Lippi durante un’intervista a la “Domenica Sportiva” che andrà in onda domani su Rai 2. L’attuale direttore tecnico del Guangzhou ha affermato che la collaborazione fra la Nazionale e gli allenatori di club porterebbe maggiori benefici rispetto agli stage.

Lippi: “Gli stage non servono, bisogna collaborare con i club”

Non credo che uno stage sia così importante, – ha detto Lippi – sento di dare un piccolo suggerimento: il vero rapporto che bisogna stabilire è quello tra il ct e gli allenatori, con l’obiettivo di collaborare insieme con costanza. Secondo me il ct potrebbe fare un accordo con i colleghi dei club, soprattutto con quelli più impegnati su tanti fronti, e decidere di evitare di chiamare i giocatori più importanti per le amichevoli. Questi giocano sempre. Il problema dei calciatori  – ha aggiunto  – non è che si stancano, ma che non possono allenarsi come dovrebbero”.

L’ex allenatore viareggino ha anche parlato dei rapporti tesi fra Conte e la Juventus. Il ct dopo aver lasciato Torino non si è mai recato a Vinovo in visita e il direttore tecnico dei bianconeri, Giuseppe Marotta, ha più volte ribadito che non permetterà ai propri giocatori convocati in Nazionale di partecipare agli stage.”Secondo me è una piccola incomprensione che verrà superata.  – ha dichiarato Lippi – Se Conte è permaloso? Mai quanto me“.

  •   
  •  
  •  
  •