Pioli: “Klose via? Cado dalle nuvole, ma nella Lazio voglio gente che abbia stimoli…”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

lazio pioli klose

 

Klose potrebbe lasciare la Lazio. E Stefano Pioli gli risponde in conferenza stampa in occasione della sfida di domani Lazio Varese (fischio di inizio ore 16.00), match valido per il quarto turno della Coppa Italia. Klose che ha fatto intendere di poter lasciare la Lazio nel calciomercato di gennaio, un fulmine nel già scuro cielo della Lazio, dopo gli ultimi risultati negativi. “Cado dalle nuvole per le dichiarazioni di Klose – ha spiegato l’allenatore della Lazio Pioli in conferenza stampa – perché è stato sempre un valore aggiunto per la passione, l’esempio e la disponibilità che dà. Finora, quando è stato chiamato in causa, ha sempre aiutato la squadra a raggiungere risultati positivi. Sono convinto che continuerà a farlo, non ho dubbi. Klose non sarà mai un problema, ma sempre un valore aggiunto per la squadra. Credo sia importante che tutti i giocatori abbiano gli stimoli per giocare. E’ così che li voglio ed è così che li alleno. Più che le parole servono gli atteggiamenti in campo, perché parlano più di mille parole. I loro atteggiamenti sono più che positivi, poi è normale che vogliano giocare di più”.  Dopo aver chiarito questo punto Pioli sposta l’attenzione a Lazio Varese:Domani è una partita importantissima, vogliamo tornare a vincere. Sabato scorso secondo me non abbiamo sbagliato l’approccio. Ci è mancato veramente poco per vincere, ma spesso questo poco fa la differenza. Sicuramente domani faremo di tutto per fare bene. Spazio ai giovani? Io punto su tutti, su quelli che mi convincono di più. La partita di domani è una possibilità importante, dobbiamo tornare alla vittoria e passare il turno di Coppa. Keita? Credo in lui. Deve crescere in alcune cose, è giovane, ma quest’anno può ripetere quanto di buono fatto l’anno scorso”. Infine risponde a chi sottolinea che in questa squadra manchi un leader: “Ho a disposizione tanti giocatori maturi e di spessore. Nelle ultime partite non ho schierato una squadra giovane, ci sono giocatori responsabili in rosa. I risultati positivi ci hanno dato sicurezza, ora è normale che quelli negativi ci abbiano tolto qualcosa. Abbiamo le qualità per superare questo momento, quando abbiamo perso con Genoa e Udinese eravamo ancora in fase di costruzione. Ora abbiamo delle basi solide, abbiamo buoni giocatori e dobbiamo ripartire forte”. Domani la prova del campo.

  •   
  •  
  •  
  •