Pirlo-Allegri, domani colloquio a Vinovo: sarà tregua, per il bene della Juve

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Il giorno sta per arrivare: 31 dicembre, la Juve domani riprende gli allenamenti a Vinovo dopo le vacanze natalizie. C’è da preparare il big match contro l’Inter, prossimo avversario in campionato. Ma, soprattutto, domani sarà il giorno dell’atteso faccia a faccia tra Massimiliano Allegri e Andrea Pirlo. Dopo le polemiche successive alla sostituzione del centrocampista bresciano nella gara di Supercoppa contro il Napoli a Doha, è atteso per domani un faccia a faccia tra i due. Al tecnico, non è andato giù l’atteggiamento (peraltro molto composto) del giocatore, che in campo e successivamente in panchina, non ha fatto nulla per mascherare il suo evidente nervosismo e disappunto per la prematura sostituzione. Ed è questo che Allegri ribadirà domani al giocatore. Pirlo, dal canto suo, vive giornate inquiete. Non è contento del trattamento che l’allenatore gli riserva e comunicherà ad Allegri quanto lui si senta in grado ancora di dare alla Juve e la sua volontà di voler essere considerato ancora titolare inamovibile della squadra. “Non riusciranno a mettermi contro Pirlo” -ha detto nei giorni scorsi Allegri- tendendo in pratica la mano al suo giocatore- . L’allenatore domani ribadirà al ragazzo la sua fiducia, ma al tempo stesso esigerà da Pirlo il massimo della collaborazione e un atteggiamento più propositivo. La sensazione è che, domani, verrà sancita tra i due una tregua. Per il bene della Juventus. Per tentare di proseguire in armonia. Pirlo e Allegri sono in questo d’accordo. Ma quella sostituzione di Doha rimarrà comunque una macchia (l’ennesima, dopo le frizioni al Milan) fra i due protagonisti di questa annosa querelle. Insomma, chiamatela tregua. Ma non pace. allegri_pirlo_juventus_2014_2015_356x237

  •   
  •  
  •  
  •