Premier League: tre giornate che possono stravolgere le zone alte della classifica!

Pubblicato il autore: Daniele Scalese Segui

fbc2776c005ac520c6152e4364d2ea4d

 

La Premier League, lo sappiamo, è un campionato unico. I ritmi, rispetto agli altri principali tornei continentali, aumentano in maniera impressionante, così come l’impegno richiesto a campioni che, ogni weekend, si giocano la loro reputazione. Questo particolare periodo dell’anno ha la capacità di mostrare quanta differenza possa intercorrere tra tutta quella serie di campionati fermi per le festività e quello di sua Maestà che, paradossalmente, in questi giorni non si ferma mai. Ecco allora 3 turni in soli 7 giorni, roba da folli, roba da Premier League! Ed è importante notare quanto il 18esimo, il 19esimo ed il 20esimo turno possano incidere su una lotta al vertice mai così incerta come negli ultimi weekend. Il triplo impegno, che può sottrarre energie fisiche e mentali fondamentali, rischia di diventare il miglior alleato del Manchester City. Calendario alla mano, gli Sky Blues sanno già che diverse delle loro speranze di arrivare al secondo Titolo consecutivo si legano ai risultati di questi giorni di autentico calcio inglese.

La prima tappa, domani, vede il Cityin trasferta, ma comunque sul terreno morbido di un WBA 15 esimo in classifica. Paradossalmente, l’impegno più consistente è richiesto al Chelsea nonostante i Blues scendano in campo tra le mura amiche: a Stamford Bridge, l’avversario è di quelli tosti, il West Ham di Big Sam Allardyce, quinto e solo ad un punto dal terzo posto. La sfida, poi, si rinnova solo 2 giorni dopo e, ancora una volta, il calendario sorride a Pellegrini: se i suoi uomini se la vedranno, all’Etihad, contro il modesto Burnley, al Chelsea è richiesta una prova di forza sul campo del Southampton di Koeman e Pellè. Ma il meglio deve ancora venire, col nuovo anno che verrà inaugurato il primo gennaio da City-Sunderland e, soprattutto, da un infuocato Tottenham-Chelsea. Ovviamente, nel derby di Londra, sapete da che parte staranno Pellegrini & Co. E voi, invece?

 

  •   
  •  
  •  
  •