Reus sfreccia in autostrada ma ammette: “Mai avuto la patente”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

Pare proprio che i giocatori del Borussia Dortmund abbiano un brutto rapporto con le quattro ruote. A marzo il talento tedesco Marco Reus, obiettivo dichiarato del Real Madrid per il prossimo futuro, è stato fermato della polizia per aver superato i limiti di velocità con la sua Aston Martin in ben sei occasioni. Il problema vero, però, è che il calciatore non ha mai preso la patente.

Reus e la multa da 540mila euro: “Ho imparato la lezione”

Agli agenti di polizia che lo avevano fermato per eccesso di velocità, Reus ha candidamente ammesso: “Io non ce l’ho la patente, mai avuta“. Il tribunale chiamato a giudicare sulla questione lo ha quindi multato di 540mila euro per aver guidato senza patente nell’arco di tre anni.

Leggi anche:  A testa alta Diego, sempre! Lettera aperta a Maradona

Intervistato dal quotidiano Bild sull’accaduto, l’attaccante tedesco ha promesso che pagherà immediatamente la multa e ha confermato di aver imparato la lezione. “A 18 anni  – ha spiegato Reus – mi iscrissi a una scuola-guida, e frequentai anche le lezioni, ma alla fine non feci l’esame. Fu una decisione presa così, oggi non la saprei nemmeno motivare“.

Il calciatore ha promesso che sistemerà la pratica patente e con ogni probabilità lo farà assieme al compagno di squadra Adrian Ramos. Qualche tempo fa l’attaccante colombiano di colore è stato multato per aver mandato qualcun’altro a sostenere l’esame al posto suo, peccato che il suo sostituto fosse bianco.

  •   
  •  
  •  
  •