Risultati Champions: Barcellona batte PSG ed è primo, passa anche lo Schalke

Pubblicato il autore: Matteo Agostini Segui

risultati champions

Si completa il quadro delle qualificate agli ottavi di Champions, con la Roma estromessa dal City e perciò costretta a ripiegare sull’Europa League. La supersfida del Camp Nou tra Barcellona e Paris Saint-Germain, che decideva invece non la qualificazione ma il primato nel gruppo F, vede il successo degli azulgrana per 3-1. Ad aprire le marcature sono però gli uomini di Blanc: dopo 15′ su un traversone basso di Lucas dalla destra Ibrahimovic raccoglie la sponda di Matuidi e batte al volo Ter Stegen. Il pari è questione di tre minuti, con Messi che segna sottoporta servito da Suarez. Il gol più bello della serata è decisamente il vantaggio del Barça siglato da Neymar, che arriva al minuto 41: Thiago Motta perde palla sulla sua trequarti, Iniesta serve il brasiliano che punta da solo la difesa francese e lascia poi partire un destro a giro che s’infila alla sinista di un incolpevole Sirigu. A chiudere il match al 77′ punendo un PSG frastornato è infine Suarez, che ribadisce in rete dopo una respinta di Sirigu su una conclusione di Neymar. Il tridente delle meraviglie comincia a funzionare, e il livello di gioco mostrato dal Barcellona di questa sera sembra accreditare i catalani come principali favoriti del torneo al fianco di Real e Bayern. Nello stesso girone si regista il largo successo dell’Ajax sull’Apoel Nicosia ad Amsterdam (4-0). I lancieri passano ancora una volta in Europa League: non raggiungono gli ottavi addirittura dal 2006.
Riesce l’en plein al calcio tedesco, che qualifica agli ottavi quattro squadre su quattro (al contrario di Spagna e Inghilterra, che porteranno tre compagini a testa): all’appello mancava lo Schalke 04 di Di Matteo, che con molta fatica viene a capo del Maribor e in virtù della contemporanea sconfitta dello Sporting Lisbona sul campo del Chelsea (3-1 per i Blues) scavalca i lusitani ed entra nelle prime sedici per il terzo anno consecutivo. A siglare il gol decisivo in Slovenia è Meyer, entrato dalla panchina, dopo 62′. Non aveva molto da dire invece l’ultima giornata del gruppo H: il Porto e lo Shakhtar, già qualificati rispettivamente come primo e secondo, pareggiano 1-1, mentre il Bilbao si consola parzialmente da una Champions deludente con la seconda vittoria di fila: 2-0 al Bate Borisov e terzo posto per i baschi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Liverpool-Atalanta, l'altra faccia (piena di rimpianti) della medaglia nerazzurra