Risultati Premier League: Terry-Diego Costa, il Chelsea sbriga la pratica West Ham

Pubblicato il autore: Matteo Agostini Segui

Chelsea West Ham
È un Chelsea nella sua versione migliore quello che supera il West Ham a Stamford Bridge nel match di apertura del Boxing Day. Per almeno un’ora gli Hammers sono letteralmente annichiliti dalla squadra di Mourinho, che con il 2-0 di oggi trova la nona vittoria su nove gare casalinghe. Nel primo tempo la pressione dei Blues è così asfissiante che gli ospiti faticano a superare la metà campo. Come spesso avviene però, il Chelsea crea tanto gioco ma ha il problema di sbloccare la gara, e per trovare il vantaggio, dopo le prime occasioni mancate da Oscar, Cahill e Willian, deve così attendere mezz’ora e sfruttare una situzione da palla inattiva: è il 31′, su un corner dalla destra John Terry è pronto sul secondo palo a sfruttare la torre di Diego Costa; il tap-in del capitano vale così l’1-0, che non ha certo l’effetto di svegliare il West Ham, semmai di far intensificare la pressione al Chelsea, che in chiusura di tempo sfiora più volte il raddoppio, in particolare con una conclusione di Matic deviata in angolo da Adrian, e poi con Diego Costa che spedisce alto chiudendo un’avvolgente azione d’attacco giostrata da Hazard che irretisce la difesa del West Ham: sono i punti più alti della partita dei Blues, che uniscono all’intensità e al pressing alto la qualità del fraseggio e delle combinazioni rapide, con Fabregas impeccabile direttore d’orchestra, Hazard spiritato a seminare puntualmente il panico, e un Diego Costa cui è praticamente impossibile sradicare il pallone. Gli Hammers possono solo affidarsi ai lanci lunghi per sfruttare il gigante Carroll, ma anche il Chelsea può contare su una grande batteria di saltatori e dalle parti di Courtois non ci sono mai pericoli.
Nel secondo tempo la pressione dei padroni di casa tende ad allentarsi inevitabilmente, ma l’inerzia della partita continua ad essere saldamente dalla loro parte: al 52′ è Hazard a rendersi pericoloso con una cannonata però troppo centrale respinta da Adrian. È poi lo stesso belga a propiziare il raddoppio lanciando Diego Costa al 62′: l’ex Atletico elude da solo tre difensori con una finta, si porta il pallone sul sinistro e batte Adrian con un diagonale preciso. Poco dopo, non paghi del meritato raddoppio, i Blues sfiorano due volte il terzo gol, prima con una punizione di Oscar e sul corner seguente con una deviazione ravvicinata di Matic: in entrambi i casi è l’ottimo Adrian, il migliore dei suoi, a dire di no con un doppio miracolo. Solo negli ultimi venti minuti gli ospiti escono timidamente dal loro guscio. A propiziarne le iniziative è il nuovo entrato Amalfitano, che in più di un’occasione semina il panico da solo nella difesa del Chelsea. Prima è abile a sfruttare una disattenzione (l’unica della partita) su una palla vagante per cercare l’angolino con un colpo di testa, ma a Courtois sorpreso e battuto la sfera esce a lato di poco. Poi, lanciato in profondità da Song, partendo da sinistra s’incunea tra Cahill e Terry e riesce a scavalcare Courtois con un pallonetto: stavolta però è il palo a negargli la soddisfazione del gol. Con il 2-0 finale gli uomini di Mourinho si portano momentaneamente a +6 sul City, impegnato sul campo del West Bronwich a partire dalle 16:00. Per lo scatenato Diego Costa si tratta della 13esima rete in 15 gare di campionato: la media realizzativa impressionante dello spagnolo per il momento fa la differenza rispetto alla scorsa stagione, quando proprio la difficoltà ad andare in gol fece lasciare per strada a Mourinho troppi punti tra le mura amiche. Ad oggi invece il cammino dei Blues, apparsi in ottima salute, continua ad essere quasi perfetto: in attesa di far visita al Southampton tra due giorni, il primato in classifica è ampiamente legittimato.

Leggi anche:  Serie A femminile: la Juventus chiama, il Milan risponde
  •   
  •  
  •  
  •