Roma-Milan 5-0, quando Zeman diede una lezione di calcio a Capello (video)

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

97-98

Stagione 1997/1998. Roma e Milan vivono un’annata diametralmente opposta. I giallorossi, allenati per la prima volta da Zeman, stanno disputando una stagione di ottimo livello, nonostante le quattro sconfitte nei derby con la Lazio (due in campionato, due in Coppa Italia). Al termine del torneo si piazzeranno quarti, superando proprio all’ultimo respiro i cugini grazie alla vittoria interna sulla Sampdoria e alla contemporanea sconfitta della Lazio a Bologna. Il Milan vive invece un campionato tribolato. La società rossonera dopo l’11esimo posto della stagione precedente richiama sulla panchina Fabio Capello, ma le cose non vanno molto meglio. Il club milanese infatti concluderà il torneo al decimo posto e con una finale di Coppa Italia persa in modo incredibile contro la Lazio. Dopo l’1-0 di San Siro i rossoneri vanno in vantaggio nel match di ritorno all’Olimpico con Albertini ma subiscono la rimonta della squadra allenata da Eriksson che in dieci minuti segna tre gol e si aggiudica la coppa.

Leggi anche:  Moggi sulla morte di Maradona: "Chi lo insultava ora lo osanna. Mi fanno pena! Ecco alcuni retroscena su di lui"

Emblema della stagione delle due squadre è l’incontro che si svolge allo Stadio Olimpico proprio qualche giorno dopo la finale di Coppa Italia. Cambiano i colori avversari ma non l’esito per Capello che, perdendo 5-0, subisce la sconfitta più pesante di sempre nella sua carriera. Nonostante in campo ci siano giocatori del calibro di Maldini, Costacurta, Leonardo, Donadoni e Weah i rossoneri affondano sotto i colpi di una squadra plasmata dalla mentalità zemaniana, in cui Candela, Zago, Totti, Delvecchio, Aldair e Tommasi cominciano a costruire lo scheletro di quella formazione che poi, ironia della sorte sotto la guida di Capello, tre anni dopo si aggiudicherà il titolo. Quel giorno sul manto verde dello stadio capitolino non c’è partita. I giallorossi aprono le marcature con Candela che trafigge Rossi grazie a un destro preciso dal limite dell’area. E’ poi Di Biagio a raddoppiare prima su calcio di rigore e a triplicare dopo poco con un sinistro al tritolo che fa secco l’estremo difensore milanista. Prima dell’intervallo c’è spazio anche per Paulo Sergio supera un difensore avversario e poi batte Rossi in uscita. Il pokerissimo porta la firma di Delvecchio che nel finale di partita va in rete con la testa.

Leggi anche:  Roma, Ecco il lavoro di Tiago Pinto

ROMA-MILAN 5-0

MARCATORI 16’pt Candela, 20’pt (R) e 28’pt Di Biagio, 39’pt Paulo Sergio, 37’st Delvecchio.

ROMA (4-3-3) Chimenti; Aldair (32’st Tetradze), Zago, Petruzzi, Candela; Tommasi, Di Biagio, Di Francesco; Paulo Sergio (32’st Gautieri), Delvecchio, Totti. ALLENATORE Zeman

MILAN (4-4-2) Rossi; Daino, Costacurta, Cruz, Maldini; Ba (32’pt Cardone), Desailly (24’st Nilsen), Donadoni, Ziege (1’st Leonardo); Maniero, Weah ALLENATORE Capello

https://www.youtube.com/watch?v=nNuEqndUS8s

  •   
  •  
  •  
  •