Serie D: i tifosi del Sora tornano a Isola Liri dopo 24 anni. Storia di una rivalità

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

sora1

Sarà una domenica particolare allo stadio “Nazareth” di Isola del Liri, in provincia di Frosinone (ma guai a dirlo da queste parti dove per storia e tradizioni non si sentono ciociari). Dopo ben 24 anni infatti lo storico derby con il Sora sarà accessibile ad entrambe le tifoserie. Una vittoria, una volta tanto, del nostro calcio che apre le porte allo spettacolo dei tifosi e della sana rivalità sportiva e campanilistica. Isola del Liri e Sora sono infatti divise da poco più di 6 chilometri e, come spesso accade, anche da un’acredine che si perde nella notte dei tempi. Basti pensare che durante l’Ancien Regime il comune fu parte attiva del Ducato di Sora, vivendo una vera e propria rinascita dal punto di vista economico in una zona che allora faceva parte della regione geografica Terra di Lavoro a sua volta assoggettata al Regno di Napoli.

Leggi anche:  Inter, Conte: "Non ci sono alternative, dobbiamo vincere"

Le due compagini si sono ritrovate, da qualche anno, nello stesso girone di Serie D ma Osservatorio, Casms e Questura di Frosinone hanno sempre impedito che la gara venisse giocata con la presenza totale di pubblico. L’ultima volta che fu concesso ai tifosi sorani di entrare al “Nazareth” era il 25 novembre del 1990, finì 4-0 per i padroni di casa. Domenica si fronteggeranno “Cacannacqua” e “Cinciari”, con tutto ciò che questo comporta dal punto di vista culturale. Cacannacqua è l’appellativo che i sorani attribuiscono agli isolani a causa della massiccia presenza di acqua nella città che viene attraversata dal fiume Liri, il quale forma delle bellissime cascate presso il Palazzo Ducale. Cinciari, per contro, è il nomignolo affibbiato ai sorani da parte dei cittadini di Lisera (il nome dialettale di Isola del Liri) e che significa letteralmente “straccivendolo”. In particolar modo ciò va collegato all’antico mercato di vestiti usati che aveva sede a Sora.

Leggi anche:  Roma, guai in difesa per Fonseca: nuovo stop per Smalling

Attualmente le due squadre vivono una stagione diametralmente opposta con l’Isola Liri reduce da cinque sconfitte consecutive e in piena bagarre salvezza e il Sora che, dopo un avvio complicato, si è lentamente ripreso e sta attraversando un momento più che buono che l’ha portato a ridosso della zona play-off. Questo il comunicato della società bianconera uscito due giorni fa: “E’ ufficiale: in occasione del Derby tra l’Isola Liri e il Sora sarà consentita la trasferta ai tifosi sorani. Dal Tavolo Tecnico tenutosi in mattinata presso la Questura del capoluogo ciociaro sono state adottate le seguenti disposizioni: ai sostenitori bianconeri sarà riservato l’intero settore dei distinti dello stadio Nazareth, e, probabilmente a partire dalla mattinata di giovedì, inizierà la vendita dei 750 biglietti concessi, presso lo stadio “Claudio Tomei”. La Società, per l’intera giornata di giovedì, riserverà la vendita ESCLUSIVAMENTE agli abbonati, mentre dalla mattinata di venerdì alle 19:00 di sabato sarà possibile per tutti acquistare il tagliando. All’atto dell’acquisto sarà necessario presentare copia del documento d’identità in corso di validità, che verrà trattenuta dalla segreteria, come da disposizioni della Questura”.

  •   
  •  
  •  
  •