Sorteggi Europa League: la Roma non sarà testa di serie, ecco le insidie

Pubblicato il autore: Matteo Agostini Segui

Roma Europa League

Sfumato il sogno qualificazione agli ottavi di Champions, a Roma si comincia giocoforza a ragionare in ottica Europa League. Analogamente alla Juve di Conte nella scorsa stagione, i giallorossi dovranno concentrarsi su un obiettivo considerato minore, e non per questo esente da incroci rischiosi o complicati. I sorteggi di lunedì prossimo per i sedicesimi (e per il tabellone che formerà anche gli accoppiamenti degli otttavi) vedranno la Roma partire dalla seconda fascia: vuole infatti il regolamento che le quattro peggiori terze della Champions siano considerate alla pari con le seconde dei gironi dell’Europa League, mentre le quattro migliori (in questo caso Olympiacos, Sporting, Zenit e Bilbao) saranno teste di serie insieme con le prime classificate. La squadra di Garcia, avendo racimolatoo solo 5 punti nel proprio girone di Champions, ricade dunque in seconda fascia con Ajax, Anderlecht e Liverpool. Quali i rischi? Impossibili ovviamente accoppiamenti con le altre italiane (Inter e Fiorentina, che hanno già vinto il loro girone, o Napoli e Torino, che sono in corsa per il primo posto), le insidie per i giallorossi verranno ovviamente dalle retrocesse dalla Champions (attenzione al Bilbao che eliminò il Napoli nei preliminari, all’Olympiacos che ha messo in seria difficoltà la Juve) ma altresì da compagini come l’Everton di Samuel Eto’o, una tra Tottenham e Besiktas (che si giocheranno in uno scontro diretto il primo posto nel gruppo C), Borussia Moenchengladbach, o ancora Red Bull Salisburgo e una tra il Feyenoord e il Siviglia campione uscente. Tutte formazioni probabilmente inferiori alla Roma ma rispetto alle quali avversari come Dinamo Mosca, Legia Varsavia o Trabzonspor, Dinamo Kiev o Aalborg si fanno indubbiamente preferire.

  •   
  •  
  •  
  •