Torino: 108 anni di gloria! Nuova Hall of Fame e commozione per Radice

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

Ieri il Toro ha festeggiato il suo 108° “compleanno” . E non a caso l’Associazione Memoria Storica Granata ha scelto questa ricorrenza per l’istituzione della “Hall of Fame granata”.gigi radice Nella splendida cornice di Villa Claretta (situata a Grugliasco, nei pressi di Torino), sede del Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata, sono stati assegnati i primi cinque riconoscimenti, che da ora in poi avranno cadenza annuale. Con l’eccezione di Paolino Pulici, premiato fra gli attaccanti, in tutti gli altri casi a farsi carico dell’onore di ricevere il riconoscimento sono stati i discendenti dei protagonisti: Paolo, figlio di Valerio Bacigalupo (per i portieri); Carla, vedova di Virgilio “Maldo” Maroso (difensori); Amos, figlio di Giorgio Ferrini (per i centrocampisti). Il quinto protagonista a essere inserito non ha potuto comunque presenziare alla cerimonia “officiata” da Domenica Beccaria (presidente AMSG) e Gian Paolo Muliari (direttore del Museo stesso), alla presenza di tutti i volontari e del pubblico: si tratta di Gigi Radice. L’allenatore dell’ultimo scudetto granata è infatti gravemente malato da lungo tempo, e il figlio Ruggero (ex calciatore di Monza, Siena e Avellino) si è visibilmente commosso quando è stato il suo turno; la commozione ha contagiato la platea e l’applauso spontaneo è stato calorosissimo e lunghissimo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: