17 giornata, moviola Udinese-Roma e Juventus-Inter

Pubblicato il autore: Giuseppe Buonadonna Segui

Udinese-Roma: non comincia in maniera facilissima il 2015 per gli arbitri di serie A: la dimostrazione è quello che accade al Friuli nella partita delle 12:30. E’ gol o non è gol il colpo di testa di Astori? La sensazione della Gazzetta dello Sport è la stesso dell’arbitro Guida, la palla sembra essere entrata del tutto, ma l’episodio è davvero al limite ed è davvero difficile prendere una ferma decisione. La risposta a tutto sembra essere la tecnologia in campo, ma anche le nuove macchine, come quelle in uso in Inghilterra, hanno un margine di errore di 1,5 cm.
L’altro episodio della partita è stato il rigore non concesso all’Udinese per il fallo di Emanuelson su Kone: l’arbitro Guida fischia giustamente il rigore, ma il giudice di porta Maresca ritira la decisione del dirittore di gara e lascia continuare.
Per il resto non è rigore il presunto fallo di Manolas su Allan, e manca un cartellino giallo a Pasquale.

Juventus-Inter: che fosse stata una gara tesa si sapeva fin da subito, ma l’arbitro Banti se l’è cavata discretamente. Il caso che ha fatto più discutere è stato il braccio alto di Juan Jesus contro Chiellini: il brasiliano solleva il gomito appena vede l’avvicinarsi del difensore bianconero; se il gesto era volontario allora era giusto fischiare il rigore per la Juventus.
Non sarebbe stato giusto invece fischiarlo nel secondo tempo quando Llorente cade su una leggera trattenuta sempre di Juan Jesus. Banti sbaglia quando ammonisce Morata per simulazione: Campagnaro aveva toccato il giocatore, ma il contatto è avvenuto fuori dall’area. Ci poteva stare un rigore anche per l’Inter per una trattenuta di Chiellini su Ranocchia; giusto invece il rosso a Kovacic.

  •   
  •  
  •  
  •