Esclusiva, Zazzaroni: “Inter, c’è ancora tanto da cambiare. Alla Juve serve un bomber di primissimo livello”

Pubblicato il autore: Martina Carella Segui

Ivan-Zazzaroni
Roma – Tornano le Super Interviste, il consueto appuntamento con esperti e giornalisti del mondo sportivo. L’ospite di oggi è Ivan Zazzaroni, noto giornalista e conduttore televisivo. Già direttore di diverse testate e opinionista in importanti trasmissioni radiofoniche e televisive, oggi Ivan conduce il programma ‘Deejay Football Club’ su radio Deejay ed è giudice nel programma di Rai 1 ‘Ballando con le stelle’. Con lui abbiamo parlato di Champions League, Europa League e Serie A. Al termine dell’intervista, il numero uno del giornalismo sportivo italiano ha fatto anche il suo pronostico per la Serie A.

Buongiorno Ivan, ci racconti come è iniziata la tua avventura nel mondo del giornalismo sportivo?
Nel ’79 ho cominciato con le radiocronache per una radio privata di Bologna; nel settembre dell’80 sono entrato alla Gazzetta dello Sport, redazione di Bologna, e nell’aprile ’81 mi hanno assunto ad Autosprint. Ho avuto tanta fortuna e coraggio: di motori non sapevo una mazza. E poi, alcuni direttori straordinari: Cancellieri, Cucci, Adalberto Bortolotti, Sconcerti, Bartoletti. Di bravi così non ne fanno più. Su tutti, Cucci. Quello del boom del Guerin sportivo. Ma ero anche bravo, ambizioso, motivato… Inoltre avevo vissuto in Brasile e la conoscenza del portoghese, oltre che dell’inglese, mi ha aiutato.

Leggi anche:  HIGHLIGHTS Serie A Fiorentina Milan Femminile, cronaca e risultato: 0-1, la decide Spinelli

Giornalista sportivo o personaggio dello spettacolo: quali panni preferisce vestire Ivan Zazzaroni? Perchè?
Tutti quelli che mi divertono e mi consentono di vivere bene.

Stampa, radio, tv: hai lavorato per grandi testate ed importanti trasmissioni radiofoniche e televisive. Quale esperienza è riuscita a tirare fuori la parte più autentica di Ivan Zazzaroni come professionista e, soprattutto, come uomo?
Mi è piaciuto tutto quello che ho fatto, mi piace tutto quello che faccio. Adoro la radio, e Deejay è il massimo, ma non rinuncerei mai alle esperienze in Rai. Il mio periodo giornalisticamente più brillante, è stato forse tra il ’93 e il ’98, quando ero inviato del Corriere dello sport.

Calciomercato invernale: chi tra le big di Serie A ha più bisogno di tirare fuori il portafogli? Chi, invece, tra gli stranieri arrivati in Italia potrebbe far parlare molto di sé?
L’Inter ha bisogno di cambiare tanto; Shaqiri è invece lo straniero che mi intriga di più.

Leggi anche:  10 Giornata, Dove vedere Juventus - Torino diretta tv e streaming

La piazza juventina sogna da anni la vittoria della Champions League e per gli ottavi la squadra dovrà incontrare il Borussia Dortmund. Riusciranno i bianconeri a superare il turno e ad approdare ai quarti?
Credo che col Borussia sarà durissima. Alla Juve manca il pezzo fondamentale, un bomber di primissimo livello. Il risolutore.

Sorteggi sedicesimi di finale di Europa League: quale squadra tra le italiane è stata più sfortunata? Quale tra le cinque italiane ancora in corsa ha maggiori possibilità di alzare il trofeo?
Sfortunata? Nessuna. Il Napoli però mi sembra la più europea.

Sempre in bilico la parte alta della classifica. Chi, secondo te, meriterebbe di guadagnare il terzo posto del podio?
Il Napoli.

La Roma è a -5 dalla capolista. La corsa a due si fa sempre più avvincente. Chi vincerà il campionato?
La Juve.

  •   
  •  
  •  
  •