Felipe Anderson, recupero infortunio: tempi più lunghi, torna a marzo

Pubblicato il autore: Daniele Celli Segui

Felipe Anderson infortunio tempi recupero Lazio

Felipe Anderson non tornerà in campo a breve. I tempi di recupero dall’infortunio sono più lunghi del previsto, tanto che il giocatore della Lazio potrà rigiocare soltanto nel mese di marzo, tra più di un mese, contro le sole tre settimane di stop che erano state previste inizialmente a seguito del trauma distorsivo al ginocchio sinistro.

Una notizia che non ci voleva per i tifosi della Lazio, che dopo aver assistito tra dicembre e gennaio all’improvvisa esplosione di Felipe Anderson, si trovano ora a che fare con un nuovo infortunio più complicato del previsto. Già la scorsa settimana, quando si apprese delle tre settimane in cui la squadra avrebbe dovuto fare a meno del suo esterno offensivo più in forma del momento, era stato difficile digerire l’esito dei controlli medici. E sul campo, contro il Napoli, si è subito sentita la sua assenza.

Infortunio Felipe Anderson, altro colpo per la Lazio

E ora ecco giungere l’ennesima mazzata dall’infermeria della Lazio, con un allungamento dei tempi di recupero di Felipe Anderson, che tornerebbe così in campo soltanto domenica 1° marzo in occasione della gara con il Sassuolo. La sua assenza nella partita di domani contro il Milan era scontata da tempo, ma certo un intero mese di febbraio senza Anderson porterà seri grattacapi per mister Stefano Pioli, già alle prese con i leggeri fastidi di De Vrij e Biglia che si sono ultimamente uniti alla lunga lista di indisponibili formata dai lungodegenti Gentiletti, Ciani, Ederson e Braafheid, interessando poi anche Lulic. Senza contare gli acciacchi di Candreva durati fino a una decina di giorni fa, per poi rivedere finalmente in campo l’esterno d’attacco.

Sul fatto che sia un periodo no per la Lazio sul fronte sfortuna non crediamo ci sia da discutere, ma nonostante ciò la squadra ha tutte le carte in regola per ben figurare nei primi posti della classifica, continuando senza scuse la lotta al terzo posto.

  •   
  •  
  •  
  •