Gomez, Diamanti e la sfida viola

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci Segui

diamanti
Forse le parole di ieri di Montella significano che la pazienza è finita: ora Gomez si deve conquistare il posto con le prestazioni e i gol. Montella ha infatti detto che lui stesso decise di smettere di giocare, pur avendo un altro anno di contratto, quando si accorse che non gli riusciva più niente, quando non riusciva più, lui che era un attaccante, a inquadrare la porta. Non poteva più fare quelle cose che con estrema naturalezza aveva fatto prima. Montella forse non sta dicendo a Gomez di smettere, ma certo usa parole durissime per scuoterlo, per stimolarlo a uno scatto decisivo, che lo sblocchi psicologicamente.
Anche perchè la competizione adesso c’è. Babacar sta tornando a disposizione e inizia anche la bellissima sfida viola di Diamanti. Sono state proprio queste le sue parole, entusiasta come è di tornare in Italia, ma soprattutto in una grande squadra, traguardo che gli mancava. E che meritava perchè, sebbene maturato tardi sotto il profilo umano e di conseguenza anche tecnico, adesso Diamanti è una garanzia di bel gioco, di quei tocchi finali che chiedeva Montella durante la sosta. Ha un ottimo sinistro e una grande visione di gioco, è molto motivato e felice di essere arrivato ora a Firenze. Può solo far bene e i tifosi viola lo aspettano sotto la curva.

Leggi anche:  Fiorentina, all-in su Piatek per gennaio
  •   
  •  
  •  
  •