Juve Inter risultato finale 1-1, Mancini sbotta nelle interviste: “Rammaricato, dovevamo vincere. Una grande squadra fa un altro gol”

Pubblicato il autore: Gerardo Fiorillo Segui

 

_78996122_robertomanciniMolti si sarebbero aspettati un Roberto Mancini soddisfatto alla fine di Juve Inter. Il castigatore per antonomasia dei bianconeri, Mauro Icardi, ha rimesso in carreggiata i nerazzurri dopo il gol di Tevez e regalato un finale palpitante. “E’ stata una partita difficile – ha esordito Mancini ai microfoni di Sky – ma dobbiamo essere rammaricati per il secondo tempo, abbiamo avuto due o tre occasioni che dovevamo sfruttare. Noi siamo L’Inter, una grande squadra il gol lo fa. All’inizio abbiamo avuto un po’ di difficoltà perchè la Juve ha fatto gol subito, non riuscivamo a trovare le distanze giuste, poi abbiamo fatto dieci minuti discreti e ci siamo alzati. Nel secondo tempo siamo andati molto meglio e avremmo dovuto sfruttare le occasioni”. Mancini chiarisce il concetto di mentalità vincente. “Le partite durano 90 minuti, sono rammaricato perchè con quelle occasioni devi far gol. Nel primo tempo non avevamo l’appoggio degli attaccanti, non andavamo in profondità quando recuperavamo palla e la Juve ci metteva costantemente in difficoltà”. Nessun commento sullo screzio con Osvaldo, che ha litigato prima con Icardi per un passaggio mancato e poi con il tecnico che lo redarguiva. Lo scambio acceso tra Mancini e Osvaldo sarebbe proseguito anche nel tunnel che porta allo spogliatoio. Un commento invece sulla prestazione di Podolski il tecnico nerazzurro se lo lascia scappare: “Con la sostituzione Kuzmanovic-Podolski abbiamo acquisito più controllo del gioco, Hernanes e Podolski andavano sui loro terzini e loro non si alzavano più. Sono sicuro che Podolski ci darà tanto”. E se arrivasse anche l’obiettivo Shaqiri in settimana? Mancini non si nasconde: “Speriamo”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sostituzione Kuz Podolski abbiamo più controllo del gioco, molte più occasioni, li abbiamo messi in difficolta.

 

  •   
  •  
  •  
  •