Juve, Pogba e l’intervista a 360°: scudetto, Champions, serate torinesi e mercato

Pubblicato il autore: Simone Cerroni Segui

Pogba JuveJUVE POGBA INTERVISTA SCUDETTO CHAMPIONS MERCATO – E’ il giocatore che tutti vorrebbero. In pochi però possono permetterselo. Attualmente è tra i centrocampisti più forti al mondo. Classe, tecnica, fisicità e tanta tanta umiltà, questo è Paul Pogba. Di giorno in giorno volano offerte. Numeri e cifre che vengono continuamente aggiornate al rialzo di partita in partita, di goal in goal. Sono giorni intensi per Pogba che si  racconta a 360° ai microfoni di Juventus Channel: dallo scudetto alla Champions, passando per le serate torinesi al mercato. POGBA E L’OBIETTIVO SCUDETTO – Ma nella testa del 22enne centrocampista francese c’è solo la Juve. Qui vuole tentare di raggiungere il sogno Champions e vincere un altro scudetto.“Non abbiamo ancora vinto il campionato – commenta Pogba – e ogni sfida è fondamentale. Con il Chievo sarà una partita dura, perché abbiamo vinto le ultime tre e può essere ancora più difficile. Sappiamo che il Chievo difende molto bene, quindi dobbiamo essere pronti. Il problema è che le squadre contro di noi si chiudono e dobbiamo fare sempre di più”. Neanche il +5 sulla Roma tranquillizza la Juve. “Non giochiamo per battere la Roma – spiega -, ma scendiamo in campo per superare tutti, partita dopo partita”. IL RAPPORTO TRA POGBA E LA CITTA’ – Pogba non si adagia sugli allori e sugli obiettivi raggiunti. “Io valgo zero” aveva detto Paul nel post partita contro il Verona riguardo al suo valore di mercato. “Io sono sempre naturale – dice nell’intervista di Juve Channel durante una chiacchierata con i tifosi – e nella mia testa ci sono sempre tanti obiettivi. Per esempio se vinciamo il campionato ancora, ci sono altri obiettivi che voglio fare. Non siamo mai arrivati e io sono così: l’ambiente della Juve mi ha sempre aiutato in questo”. Il vero obiettivo di mercato della Juve da qui a un anno sarà proprio quello di mantenere il più a lungo possibile Pogba. Il Manchester United è pronto ad offrire 80 milioni per averlo. Ma gli occhi di Pogba, almeno per il momento, vedono solo bianconero. “Torino è una città perfetta per un calciatore. Si sta bene – ha spiegato Pogba -, ma allo stesso tempo si riesce sempre a restare concentrati sul proprio lavoro. Mi trovo molto a mio agio: sono tranquillo, amo riposarmi e magari guardare qualche bella serie televisiva. Oppure uscire con i miei compagni, come Evra e Llorente, che mi sta insegnando anche un po’ di spagnolo”. POGBA E IL GOAL PIU’ BELLO – L’intervista di Pogba inizia poi a diventare confidenziale. Il francese della Juve così si apre. Gli viene chiesto: “Pogba qual’è stato il tuo goal più bello?”. La risposta non tarda ad arrivare: “Il più bello? Il primo, contro il Napoli. E il più importante sarà il prossimo. Il gesto che faccio sempre è una cosa con i miei amici di Parigi – spiega -, per dire che io sono sempre lo stesso e io non dimenticherò mai le mie radici. È un mio marchio che mi distingue”. POGBA VUOLE LA CHAMPIONS – Infine si parla di Champions quella che rimane il vero e proprio sogno di Pogba e della Juve. Proprio quel trofeo che chissà forse se arriverebbe lo blinderebbe a Torino. “Ci vuole anche un po’ di fortuna. Penso che abbiamo la squadra per andare molto lontani. Poi il calcio è questo non possiamo dire chi vincerà. Però lo so che possiamo andare molto lontano e possiamo fare molto bene. Noi siamo sempre motivati”.

  •   
  •  
  •  
  •