Juventus, Allegri deciso: “Coppa Italia obiettivo della stagione”. E su Pogba…..

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri parla alla vigilia della partita di Coppa Italia che la Juventus giocherà domani sera contro il Verona; l’allenatore bianconero precisa: “La Coppa Italia è un obiettivo della stagione, bisogna cercare di fare il massimo per arrivare fino in fondo”. Pertanto, sin dalle prime dichiarazioni, Allegri sottolinea l’importanza di un trofeo, ultimamente molto snobbato dalle big del calcio nostrano, e afferma di poter contare sicuramente su un fattore molto importante, lo Juventus Stadium: “Con lo stadio pieno gli stimoli non mancheranno”. Allegri cerca di non svelare la formazione titolare, ma è implicito che scenderanno in campo i giocatori meno impiegati fino ad ora, pur sottolineando che il match di domani sera non sarà di certo “un esame per quelli che hanno giocato meno”. E, a proposito di giocatori poco impiegati, non poteva mancare la domanda su Sebastian Giovinco, apparentemente un separato in casa, usato pochissimo ultimamente e in aria di partenza. Allegri, però, cerca di spegnere ogni polemica e, a tal proposito, afferma: “E’ un attaccante, non può fare il trequartista, se non in alcuni spezzoni di partita”. E, tallonato sulle dichiarazioni di Pogba (ha affermato di amare il Manchester United, mentre il Real Madrid sembra pronto a fare follie per lui), l’allenatore bianconero glissa: “Cerchiamo di vivere il presente, a giugno non si sa cosa può succedere”, anche se poi aggiunge: “Che Pogba lo vogliano tutti, credo sia normale: è giovane, forte e ha ancora potenzialità per migliorarsi”. Tornando, poi, alla partita di domani sera si sofferma sugli indisponibili, in particolare sulle condizioni di Andrea Barzagli, ormai fermo da diverso tempo: “Non sappiamo quanti giorni mancano al completo recupero, diciamo che sta progredendo molto bene”, anche se spera di poterlo riavere in squadra al più presto. Infine, Allegri fa una disamina sui giocatori arrivati con il mercato estivo e promuove tutti senza riserve: “Pereyra ha fatto bene, Evra ha avuto difficoltà all’inizio, ma ultimamente sta giocando con continuità. Morata è stato impiegato a fasi alterne, ma è sempre risultato determinante in qualche giocata. In futuro diventerà un giocatore ancora più importante. Coman ha fatto due partite da titolare facendo delle buone prestazioni, nel reparto d’attacco non è semplice trovare spazio, ma ha grandi potenzialità e qualità, mentre Romulo ha fatto una buona partita contro il Parma, ma poi si è dovuto operare, speriamo di riaverlo al più presto“. Dunque, per la Juve vietato sbagliare; i quarti di finale sembrano un risultato obbligato per la Vecchia Signora, che non si aggiudica il trofeo da venti anni, e che attende di poter applicare la famosa stella d’argento sulle maglie, in caso di conquista della 10° Coppa Italia (la Juventus è appunto ferma a 9)….

  •   
  •  
  •  
  •