Liga: Barcellona super, Atletico battuto 3-1. Neymar, Suarez e Messi in gol

Pubblicato il autore: Bartolomeo Ruggiero Segui

Barcellona Atletico Madrid 3-1 Messi superNeymar, Suarez, Messi. Il trio d’attacco del Barcellona firma le tre reti con cui i blaugrana fanno fuori stasera al Nou Camp l’Atletico Madrid (3-1 il risultato finale) nel posticipo della 18ª giornata della Liga. Era la supersfida che lo scorso anno diede il titolo al gruppo di Simeone e il Barça si è preso una bella rivincita. Alla faccia del vento di crisi e delle polemiche degli ultimi giorni, la squadra di Luis Enrique ha tirato fuori una prestazione maiuscola, dimostrando sin dall’inizio di poter battere un avversario apparso nel complesso piuttosto sottotono e non all’altezza del ritmo e della convinzione a cui ha abituato l’Atletico. Il protagonista, tanto per cambiare, Messi, che al 12′ con un numero da prestigiatore in area mette la palla al centro per Suarez che cicca a botta sicura ma favorisce così il tocco vincente di punta da pochi passi da parte di Neymar. Che si fa male per un’entrataccia di Gimenez non sanzionata dall’arbitro, ma resiste e resta in campo.

Lo stesso brasiliano al 22′ di testa spedisce fuori solo davanti a Moya, dopo uno spettacolare scambio Messi-Suarez. I due sono protagonisti del raddoppio al 35′, con l’argentino che d’esterno serve una palla d’oro all’uruguaiano che di interno destro piazza in rete. Gol viziato da un fallo di mano in partenza della Pulce, non visto dall’arbitro Mallenco piuttosto sbadato stasera. Gli 81 mila del Nou Camp credono che sia fatta, ma la squadra del Cholo torna viva grazie al rigore trasformato al 57′ da Mandzukic. Penalty che è un altro abbaglio del direttore di gara: il tocco di Messi in area sul piede di Gamez è leggerissimo e la massima punizione appare eccessiva. Si rivede nella Liga dopo sette anni e mezzo anche Fernando Torres, subentrato al 67′. Ma la scena è sempre per Messi, il fuoriclasse argentino premiato prima della gara con il trofeo di miglior marcatore di sempre nel massimo campionato spagnolo, che sigilla la partita con il 3-1 all’87’ (rapido stop e colpo in rete nel cuore dell’area), firmando il suo gol numero 258 in Primera Division. Con questo risultato il Barcellona sale a quota 41, a un punto dal Real Madrid capolista (che ha però una gara in meno). L’Atletico Madrid scivola al terzo posto, fermo a 38 punti.

  •   
  •  
  •  
  •