Milan: 2015 nero, possibile esordio di Cerci contro il Sassuolo

Pubblicato il autore: Cristina G. Segui

 

“Dobbiamo scendere in campo con l’intenzione di essere padroni del gioco e fare la goleada.Con questa rosa possiamo imporci come la migliore squadra italiana del 2015.”
Parole di Silvio Berlusconi pronunciate poco più di una settimana fa, speranze forse, puntualmente smentite dai fatti recenti.
I numeri parlano chiaro: il Milan nelle prime due partite dell’anno è riuscito a raccogliere un solo punto.
Dopo la sconfitta contro il Sassuolo nel match dell’Epifania, netto passo indietro rispetto alle precedenti partite contro Napoli e Roma che avevano chiuso il 2014,il Milan non riesce a uscire dal trend negativo e, nell’ultima partita contro il Torino, riesce ad evitatare la disfatta solo grazie a un grande lavoro di Diego Lopez.
E nello spogliatoio si cominciano a far sentire i primi malumori, soprattutto quando conti alla mani ci si rende conto che nelle ultime 11 partite il Milan ha raccolto appena due vittorie (contro Udinese e Napoli), 6 pareggi e 3 sconfitte (Palermo, Genoa e Sassuolo), per una media complessiva da 1,44 punti (26 punti in 18 partite).Ed è proprio la media punti ad allarmare Inzaghi che per ora sta facendo meglio di Allegri, ma decisamente peggio di Clarence Seedorf che chiuse la scorsa stagione con una media da 1,84 punti.
Con questo stato d’animo Inzaghi prepara la sfida di martedì contro il Sassuolo nel quarto di finale di Coppa Italia,in un San Siro che è stato teatro di ben tre sconfitte del Milan nel girone di andata.

Leggi anche:  Serie B a 21 squadre dal prossimo anno? Ghirelli si oppone.

Alcune novità nella probabile formazione:
Inzaghi ha intenzione di applicare un mini-turnover,scelta condizionata soprattutto dalla pesante squalifica di Mexes e dall’assenza di Honda, impegnato con la coppa d’Asia.
Al centro della difesa potremmo trovare la coppia Alex-Zapata, mentre Abbiati sostituirà Diego Lopez fra i pali.

Altrà novità importante in avanti: contro il Sassuolo potrebbe infatti esserci la prima maglia da titolare per Cerci, nel caso in cui Inzaghi decidesse di dare un turno di riposo all’esausto Bonaventura.

 

  •   
  •  
  •  
  •