Pozzo attacca Garcia: “Vuole fare il furbo, sia più professionale”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Finale di Udinese-Roma davvero rovente. Le decisioni dell’arbitro Guida surriscaldano lo spogliatoio friulano. Il patron Giampaolo Pozzo, come suo solito, è un fiume in piena. Nonostante le immagini televisive (in special modo quelle non impallate dal palo della porta, che, di fatto, impedisce una corretta visuale della linea di porta) dimostrino che la palla colpita da Astori abbia forse oltrepassato la linea stessa, il primo tifoso dell’Udinese non usa certo la diplomazia per descrivere il suo disappunto al termine del match: “Ho parlato con gli arbitri, – esordisce Pozzo ai microfoni di Sky– l’addizionale non ha visto e per lui non era gol. Per l’arbitro (il signor Guida di Torre Annunziata,ndr), invece era gol; ma come fai a dirlo se eri a una certa distanza? Comunque quando non ci sono certezze, l’arbitro deve essere un po’ come un giudice, non puoi condannare. Se hai delle incertezze, perché dare il gol?”.

Inutile nascondere che c’è disappunto per le scelte arbitrali, anche per un rigore non concesso agli uomini di Stramaccioni per un fallo su Konè commesso nei concitati minuti finali da Emanuelson. Poi il discorso si fa ancora più duro e l’azionista di maggioranza del club friulano, andando oltre i suoi orizzonti, si lascia andare ad una polemica a distanza con l’allenatore giallorosso Rudi Garcia: ” Poi ci si mettono a speculare anche questi allenatori. Il tecnico della Roma è già da un mesetto che si è messo a martellare contro gli arbitri. Ed ora comincia a raccogliere qualche risultato. Questi allenatori farebbero bene ad essere più professionali“. E poi, l’affondo finale: “Garcia era venuto in Italia in punta di piedi ed ha fatto vedere i suoi valori, ma improvvisamente ha preso un brutto vizio all’italiana, quello di voler fare il furbo. E’ francese? faccia il francese”.  pozzo-giampaolo-udinese-2013-ifa

 

  •   
  •  
  •  
  •