San Paolo, in 20mila per l’allenamento del Napoli

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Erano attesi in tanti sicuramente questa mattina a Fuorigrotta, allo stadio San Paolo, per assistere all’allenamento a porte aperte del Napoli. Ma di certo nemmeno Benitez e i suoi ragazzi si aspettavano più di 20mila persone pronte ad inneggiarli e supportarli in questa seconda uscita del 2015, la prima libera. L’apoteosi quando, alle 10.58, il tecnico spagnolo è entrato in campo con l’ultimo trofeo conquistato dalla troupe azzurra: la Supercoppa Italiana.

L’inizio della sessione era fissato alle ore 10.30, ma sin dalle prime luci della mattina trambusto nel quartiere di Napoli con circa 3mila tifosi ad attendere l’arrivo del pullman con i calciatori del Napoli a bordo. Poi la “ressa” pacifica ai tornelli dei distinti (sono segnalate ancora file e code), dove proprio i giocatori sono arrivati per poi sfilare, più tardi, con la coppa in mano. L’appuntamento, che ha bissato quello dello scorso anno, per aprire una nuova stagione che i tifosi e la società partenopea sperano ancora piena di successi, è stato organizzato anche per commemorare ancora una volta Ciro Esposito, il tifoso azzurro morto negli scontri con gli ultras della Roma in occasione della finale di Coppa Italia lo scorso maggio, conquistata con la vittoria sulla Fiorentina.

Proprio in tal proposito, i sostenitori del Napoli oggi hanno esposto uno striscione, che richiamava anche a Genny ‘a carogna’: “Che nel 2015 nessuno tentenni… un anno da leoni per Ciro e Genny“. Insomma, un calcio più pulito, e che i tifosi del Napoli sperano sia ancor di più a tinte… azzurre. L’entusiasmo è tornato al San Paolo, ora tocca al Napoli. Primo obiettivo, vincere a Cesena.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: