Verratti racconta: “Una volta Ibrahimovic si è paragonato a Gesù”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

 

Inbrahimovic

Zlatan Ibrahimovic è sempre stato un leader e spesso ha rilasciato dichiarazioni al limite della megalomania. Ad esempio, alla notizia di essere stato eletto secondo miglior giocatore svedese di sempre, l’attaccante del Psg ha così risposto: “E’ come arrivare ultimo“. Ieri il compagno di squadra Marco Verratti ha raccontato al magazine FourFourTwo un curioso aneddoto su Ibrahimovic e il suo smisurato ego.

Ibrahimovic ad Ancelotti: “Credi in Gesù? Allora credi in me”

Verratti ha raccontato di un episodio avvenuto nella stagione 2013-13 quando sulla panchina parigina sedeva Carlo Ancelotti, che il presidente del Real Madrid ha dichiarato diventerà l’Alex Ferguson della squadra spagnola. “Eravamo vicini al titolo ma dovevamo ancora affrontare il Lione.  – ha spiegato Verratti – Il tecnico Ancelotti era un po’ nervoso quando Zlatan si è avvicinato a lui e gli ha detto: ‘Credi in Gesù?’, e alla risposta affermativa dell’allenatore ha ribattuto: ‘E allora credi a me'”. “Del resto Zlatan è così, ha una fiducia enorme in se stesso e questo lo ha aiutato a diventare un giocatore eccezionale“, ha concluso il centrocampista pescarese.

  •   
  •  
  •  
  •