Ferrero Sanremo: “Juve una zebra a pois, Roma tanta acqua e poco pesce”

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

ferrero

Ferrero Sanremo, un’accoppiata che dura poco( per fortuna…). L’istrionico e discusso presidente della Sampdoria, è stato ospite al Festival di Sanremo. Ecco alcuni suoi passaggi: “La canzone della mia vita non può essere che “Vita Spericolata! Ci ho messo 50 anni a venire qua e dopo tre minuti mi caccia via? Io non so che intendete voi per vita spericolata, io so solo che m’alzo e canto…Vado sul mosquito, a Ostia Lido…Se ti fermi, ti volti e riparti, non ti puoi perdere. Se voi continuate a dire queste cose, guardate i risultati? Tutti insoddisfatti, tutti a lamentarsi”. Mihajlovic: “Lui ride dentro, non esterna. Ma è un uomo di grande sentimento, ha il sole dentro. Gliel’ho dato io. Lui quando mi vede ride, io gli ho regalato il sole e lui è l’uomo dal sole dentro”.Una canzone per ogni personaggio: “Garrone, grazie dei fiori.Una canzone per la Juventus. Quella la sapete da soli… Una zebra a pois.I pois sono loro… Già per aver sbagliato la nazionalità di uno mi hanno dato tre mesi, mo che dico un’altra cosa? No eh… Dico solo “loro”. Adoro Preziosi… Ricordate quella bella ragazza, mora, che cantava Trottolino amoroso tì tì tattatà. E Preziosi nun va né de qui né de là… E il derby sempre poi lui perderà….Tavecchio chi? Chi sarà. Che sarà, che sarà, che saraaaà… Che sarà di Tavecchio Dio lo sa…. Per la Roma dico Parole, perché non pijano mai lo scudetto. La Roma è come la Marina, tant’acqua e poco pesce”.

  •   
  •  
  •  
  •