Icardi: “Siete dei pezzi di m….”

Pubblicato il autore: Luca De Iaco Segui

esultanze polemiche ljajic ilicic icardi
L’Inter di Mancini non riesce proprio a trovare una luce in fondo al tunnel. Ennesima sconfitta in campionato, questa volta contro i temibili ragazzi del mr Di Francesco, già mattatori dell’altra squadra milanese: il Milan.
Solo due vittorie in dieci gare, questi i terribili numeri del mancio bis che proprio non sembra riuscire a dare un inquadramento tattico adeguato a questa Inter, un po’ per problemi di infortuni soprattutto in difesa e un po’ perchè i neo acquisti devono ancora trovarsi per bene, imparare a giocare insieme ai nuovi compagni e adeguarsi al calcio italiano. Inconvenevoli del mercato di riparazione.
Leggendo certe statistiche non si può certo essere ottimisti per un futuro che, al momento, sembra molto più nero che azzurro anche se la società ha piena fiducia nell’allenatore e lo stesso appena arrivato ha affermato di non avere la bacchetta magica, cosa che i tifosi interisti hanno ben presto notato. Proprio i tifosi sono stati protagonisti di un fatto increscioso dopo la partita del lunch time Sassuolo-Inter (3-1): alcuni giocatori nerazzurri al fischio finale sono andati sotto la curva per scusarsi con il proprio tifo dopo l’opaca prestazione e lanciare, come succede molto spesso, le proprie magliette ai tifosi come gesto di unione; dagli spalti però le magliette non sono state gradite e pertanto le hanno rispedite ai propri mittenti.

Come si può vedere sul sito gazzetta.it, due giocatori su tutti non hanno gradito questo brutto gesto ovvero: Guarin e Icardi. Se per il primo si può parlare di una rabbia contenuta in quanto ha chiesto ai tifosi il sostegno alla squadra, battendo la mano sul petto e giurando personalmente che il suo impegno è massimo e che gioca con il cuore; per il secondo si tratta di un vero e proprio scatto di ira. L’attaccante argentino si è scagliato apertamente contro la gente sugli spalti ripetendo più volte “Siete dei pezzi di m… tutti quanti”, con Ranocchia che in qualche modo cercava di fermarlo dal rispondere alla provocazione ricevuta.
Un evento che a molti ha ricordato due brutti gesti compiuti da ex attaccanti dell’Inter: il primo è quello di Ibrahimovic di qualche anno fa, quando dopo il gol alla Lazio andò sotto la curva interista fece un bruttissimo gesto con la mano; il secondo è quello di Balotelli nella partita di Champions contro il Barcellona nell’anno del Triplete: i tifosi che a fine partita lo fischiano per lo scarso impegno e lui che si toglie la maglia e la butta a terra.
Tutti sappiamo come queste due storie andarono a finire, resta da vedere se ora ci sarà una rottura totale tra Icardi e i tifosi o se la società di Thohir prenderà provvedimenti.

  •   
  •  
  •  
  •