Giochi Preziosi, arrivano nuovi capitali da Michael Lee

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Enrico-Preziosi

Sorride la Giochi Preziosi: secondo un’indiscrezione riportata da Il Secolo XIX la società controllata da Preziosi dovrebbe entrare in stretta collaborazione con Michal Lee, noto imprenditore di Taiwan. Giovedì 2 aprile dovrebbe essere la giornata decisiva.
Lee dovrebbe rilevare il 49% della Giochi Preziosi e  non più il 35%: la società di Enrico Preziosi dovrebbe sborsare circa 60 milioni di euro, diventando il secondo socio attraverso il suo veicolo finanziario Oceanic Global.
La Giochi Preziosi sarebbe però controllata ancora al 51% dal Presidente del Genoa attraverso la Fingiochi. Usciranno dal capitale del secondo produttore di giocattoli in Europa tutti gli altri soci attuali come Intesa San Paolo e IdeA Capital.
Inoltre la Giochi Preziosi sarà ultimata con l’ingresso di Artsana nella Holding dei Giochi, la catena di negozi di giocattoli.
Arriva quindi una grossa boccata di ossigeno per il secondo gruppo europeo di giocattoli (900 milioni di ricavi a livello consolidato nel 2014) che, per ammissione dello stesso Preziosi, a causa delle difficoltà attraversate negli ultimi anni dalla sua società lo avevano in parte allontanato dal Genoa.
La cessione del 49% della Giochi Preziosi gioverebbe dunque al Genoa che potrà ricevere indirettamente benefici da questa operazione: il Grifone ha dimezzato nell’ultimo anno da 60 a 30 milioni di euro il monte ingaggi e la drastica riduzione del parco calciatori da 110 a circa 50.
Non sono esclusi dunque, come ammesso da Preziosi alcune settimane fa, nuovi importanti investimenti nella squadra.

  •   
  •  
  •  
  •