Inter Wolfsburg Europa League: statistiche contro i nerazzurri

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

inter wolfsburg

INTER WOLFSBURG: LA SFIDA

Grande attesa per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League: a San Siro l’Inter di Roberto Mancini sarà chiamata davanti al proprio pubblico a compiere una grande impresa di fronte al Wolfsburg di Dieter Hecking che parte avvantaggiato in virtù del 3-1 all’andata in Germania. Una dote cospicua, che si aggiunge al diverso momento di forma delle due squadre: tedeschi secondi in classifica in Bundesliga, che sabato hanno liquidato il Friburgo 3-0; nerazzurri che invece sono reduci dal pari casalingo per 1-1 con il Cesena e stanno vivendo una stagione anonima, lontani dalla zona coppe europee. Sulla carta sembrerebbe non esserci partita, se non fosse che l’Inter nella sua storia europea ha abituato a grandi rimonte anche contro le stesse squadre teutoniche (l’ultima con il Bayern Monaco, battuto a domicilio 3-2 nel ritorno degli ottavi di Champions League 2010/ 11 dopo la sconfitta 0-1 in casa).

Leggi anche:  Serie A, Atalanta in un momento difficile: tre gare solo 2 punti

INTER WOLFSBURG: LE FORMAZIONI 

Mancini sembra intenzionato a dare fiducia ancora a Carrizo tra i pali, dopo la pessima prestazione di Wolfsburg con annesse critiche, mentre è ancora alle prese col dubbio legato a Shaqiri, che soffre un’elongazione al bicipite femorale: in preallarme per sostituirlo sulla trequarti Kovacic e Hernanes con il brasiliano favorito sul croato. Tra gli uomini di Hecking conferma in blocco della squadra vincente all’andata, con l’unica eccezione dello squalificato Naldo, sostituito da T. Klose che va a far coppia con Knoche al centro della difesa. In avanti il trio composto da Caligiuri sulla destra, De Bruyne in mezzo e Schurrle sulla sinistra a supportare l’unica punta Dost.

INTER WOLFSBURG: LE STATISTICHE

Quella di domani sarà la prima sfida in Italia tra le due squadre (l’unico precedente risale alla sfida d’andata). Con il 3-1 di sette giorni fa, il Wolfsburg ha ottenuto la prima vittoria in quattro precedenti contro le squadre italiane a fronte di un pareggio e due sconfitte: l’ultima volta che i tedeschi hanno giocato nel nostro Paese è stato in occasione della Coppa Uefa 2008/ 09, proprio a San Siro ma contro il Milan (finì 2-2) mentre prima ancora fu il Perugia a prevalere 1-0 nella Coppa Intertoto 2003. Risultati che in entrambi i casi che qualificherebbero domani i biancoverdi, cui basta perdere con un gol di scarto oppure con due ma segnandone altrettanti. I nerazzurri devono invece vincere 2-0 o con tre reti di scarto se i teutonici ne segnano due. I precedenti non inducono però all’ottimismo perché l’Inter è riuscita a prevalere soltanto in una delle ultime cinque sfide contro squadre tedesche in casa: nella fase a gironi della Champions 2010/ 11 il Werder Brema fu battuto 4-0; nelle restanti sfide un pareggio e tre sconfitte. L’ultima la più dolorosa: il 5-2 con cui lo Schalke 04 s’impose nell’aprile 2011 eliminando i nerazzurri dai quarti della massima competizione europea.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: