Italia-Inghilterra: statistiche e curiosità. A Torino per la quarta volta

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

italia inghilterra

Italia-Inghilterra: non è una classica degli Europei, ne dei Campionati Mondiali. Molto è dovuto alla mancanza di competitività da parte dei giocatori britannici, che tra l’altro per molto tempo hanno sofferto di un complesso di superiorità per il quale non si confrontavano con le altre nazionali, avendo loro inventato il football ed essendo il resto del mondo troppo inferiore. Tant’è, l’Inghilterra vanta nel palmares una Coppa del Mondo vinta in casa tra mille polemiche, e due terzi posti agli Europei. Il resto del mondo ha preso tutto il resto.

Per quanto riguarda gli europei, questo il “medagliere”:

medagliere europei

A Torino, atto quarto. È la quarta volta infatti che gli azzurri sfidano i maestri del football nel capoluogo piemontese. Si parte dallo 0-4 subito nel maggio 1948: una disfatta pesantissima che rimane in assoluto la peggiore patita dall’Italia contro gli inglesi. E pensare che si festeggiava il cinquantenario della federazione italiana. Quella sconfitta precedeva di poco l’addio di Vittorio Pozzo sulla panchina della nazionale: addio che si consumerà dopo l’Olimpiade londinese. Poi c’è il 2-0 rifilato all’undici di Ramsey nel 1973, con gol di Anastasi e Capello: un’amichevole dal forte significato, visto che è il primo successo azzurro in assoluto contro la nazionale d’Albione. Ed infine l’1-0 firmato da Tardelli agli Europei del 1980, unico successo di un’edizione in chiaroscuro per la squadra di Bearzot, ancora scioccata dallo scandalo del calcioscommesse scoppiato alla vigilia del torneo. La prima partita in assoluto tra le due nazionali è un’amichevole del 1933, Stadio Partito Nazionale Fascista di Roma, 1 a 1.

Leggi anche:  Cruciani duro sulla morte di Maradona: "Non si può piangere per un cocainomane"

italia inghilterra

Su 25 match totali, solo 8 per manifestazioni ufficiali, gli altri 17 sono amichevoli. 

italia inghilterra

Tra le più’ famose senza dubbio quella del 14 novembre 1973: per la prima volta l’Italia espugna Wembley, gol all”86 di Capello, dopo aver conseguito lo stesso anno la prima vittoria in casa contro gli inglesi

italia inghilterra

I LEONI DI HIGHBURY- Una delle sconfitte più celebrate del nostro calcio è quella subita nella casa dell’Arsenal il 14 novembre 1934: un’amichevole di extra-lusso che vedeva contrapporsi gli inventori del calcio e i Campioni del Mondo in carica. Dopo 12 minuti i britannici erano avanti per tre reti a zero, frutto dei due gol di Brook e di quello di Drake. E in più, si erano visti respingere da Ceresoli un calcio di rigore. Nella ripresa, un moto d’orgoglio dell’Italia: una doppietta di Meazza ridusse lo svantaggio di una sola lunghezza e lo stesso Pepin sfiorò il pareggio con una traversa colpita al 90’. Una prova di carattere, se consideriamo che i ragazzi di Pozzo hanno giocato praticamente tutto l’incontro in dieci uomini: Luisito Monti si ruppe un piede nelle prime battute di gioco, provò a resistere rimanendo in campo per tutto il primo tempo, giocando praticamente da fermo, salvo poi dover abbandonare il match anzitempo.

  •   
  •  
  •  
  •