Intervista ad Antonio Rozzi:” Vedere giocare la Lazio così è un sogno”

Pubblicato il autore: Marco Ronci Segui

Antonio RozziDopo una breve parentesi nella rosa titolare della Lazio, dopo il Real Madrid B, dopo Bari, ora Antonio Rozzi, attaccante della primavera biancoceleste, ha trovato la sua stabilità con la Virtus Entella. Sempre tifoso, attaccatissimo alla maglia della Lazio, Antonio non si è mai risparmiato e infatti, domenica scorsa, è arrivato il gol con la B Italia di un altro ex Laziale Massimo Piscedda. Intervistato ha aggiunto:

Antonio, ieri è arrivato questo importante gol con la B Italia: quanto è stato importante per te tornare a segnare dopo un periodo difficile?
“E’ stata una liberazione per me, era passato troppo tempo. Sono contento, segnare in Nazionale è sempre particolare. E’ il primo gol, non ho potuto rispondere alla convocazione di mister Piscedda a novembre. Fa sempre piacere fare gol con questa maglia”.

Come giudichi la tua stagione fin qui, considerando anche la breve parentesi a Bari?
“Sono state esperienze forti. Bari è una piazza importante, mi sono ritrovato in una situazione difficile, non è stato semplice per me. Sono soddisfatto, però, per come sta andando. La scelta di trasferirmi qui è stata fatta per una serie di situazioni. Mi avevano fatto capire che non avrei potuto trovare molto spazio. A Chiavari c’è un ambiente diverso rispetto a Bari, molto più tranquillo. E’ una scelta che rifarei”.

Con l’arrivo del nuovo tecnico, Alfredo Aglietti, quante possibilità senti di avere per quest’ultima parte di stagione?
“Ho conosciuto il mister solo in questi giorni. E’ chiaro che quando avvengono questo tipo di situazioni si riparte tutti da zero, ci si rimette in gioco. Mi impegnerò e cercherò di dare il mio contributo”.

Qual è stata l’esperienza che ti ha formato di più fin qui?
“L’esperienza a Madrid è stata importante per me. Mi ha fatto capire tante cose. Ogni stagione poi ha un diverso tipo di esperienza, anche Bari mi ha aiutato molto”.

Quanto pensi alla Lazio e che percentuali ci sono di rivederti a Roma?
“Veder giocare la Lazio in questo modo, per me, è incredibile. Vivere quegli anni da tifoso, penso sia il sogno di tutti. Mi sto impegnando proprio per avere una chance di ritorno. A fine anno capirò il dà farsi, dipenderà da come andrà la stagione, è molto difficile. Non bisogna pensarci molto, vediamo cosa succede”.

Questa Lazio viaggia a ritmi altissimi, sei in contatto con qualche tuo ex compagno?
“Ho avuto il piacere di ricevere la telefonata di Ledesma. Lo ritengo una persona eccezionale, un vero esempio. A volte sento anche Cataldi. Danilo è un ragazzo d’oro, ha delle qualità immense. Sono contentissimo e felice per lui”.

Chi arriva secondo?
“Meglio non parlare, vediamo come andrà a finire nelle ultime giornate”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina, a gennaio all-in su Caicedo per Prandelli
Tags: