La Juventus di rigore sul Monaco, ma è questione di prospettiva!

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

Juventus Vidal

Lo scrivo da una vita, spero di continuare a farlo ancora !!! Chi vince, si dice che “tiene ragione” cosi sembra anche nella partita tra Juventus e Monaco. Juventus sprecona durante la prima frazione di gioco che ha avuto almeno tre nitide occasioni da gol, dall’altra parte del campo il Monaco si è confermata una squadra “considerevole” . Il Monaco non si è mai arreso continuando ad attaccare fino alla fine, ma ha dovuto fare i conti ancora una volta con un monumentale Buffon.

La Cosa più importante della partita di ieri sera  è stato il risultato prima di tutto, e l’altro dato fondamentale è stato non prendere gol. La prova di forza della Juventus c’è stata, ma tanti meriti, anzi direi sicuramente vanno al Monaco che non è una “squadretta”. Il fatto che la Juventus abbia segnato su rigore lo avvalora. Analizzando la gara, forse la Juventus è mancata nel colpo finale. L’estro di Pogba, la saggezza di Pirlo non ci sono stati e non si poteva pretendere di più al rientro dopo 50 giorni lontano dal terrendo di gioco, come il fantasista bianconero. Probabilmente alla squadra di Allegri è mancata in lucidità negli ultimi 25 metri, senza scordarci che il Monaco ha fatto un’ottima partita. Ora si aprono i dibattiti sul rigore, ma la fortuna aiuta gli audaci. E’ giusto comunque,  evidenziare per onestà, che il fallo è iniziato fuori area, poi Morata termina a terra in  area.  C’è da “specificare” che Carvalho guarda il pallone disinteressandosi del giocatore, possiamo comunque parlare di “danno procurato”  ma questo è un “dettaglio”,  o se vi piace, questione di “prospettiva”.  Il giallo a Carvalho arriva per proteste e non per il fallo Per la cronaca la massima punizione è stata trasformata da Vidal al 57′ con pallone alla destra del portiere Subasic, per il risultato finale di 1-0

Leggi anche:  Lazio in lutto: è morto il portavoce Arturo Diaconale

JUVENTUS (4-1-2-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Pirlo; Vidal, Marchisio; Pereyra; Morata, Tevez. All. Allegri

MONACO (4-2-3-1): Subasic; Raggi, Wallace, Abdennour, Kurzawa; Fabinho, Kondogbia; Dirar, Moutinho, Ferreira Carrasco; Martial. All. Jardim

ARBITRO: Kralovec (Rep.Ceca)

  •   
  •  
  •  
  •